AFRAGOLA. Insomma in casa Afragolese negli ultimi giorni sono state davvero tante le novità che si sono susseguite nel giro di pochi giorni. Giunge un nuovo tecnico Giovanni Masecchia, presentato ufficialmente proprio ieri pomeriggio.
A lasciare però è stato il diesse Livio Scuotto, che aveva costruito la squadra rossoblù dalle fondamenta. Lo stesso Scuotto, in alcune dichiarazioni rilasciate, afferma:

“Sono profondamente dispiaciuto per quello che è successo in questi ultimi giorni. Dispiaciuto e sorpreso, perché non mi aspettavo che si potesse arrivare ad un epilogo del genere”.

“Io accusato ingiustamente”

“Non intendo replicare punto per punto alle accuse che mi sono state mosse. Alcune di esse sono davvero gratuite, perché ritengo di avere sempre fatto il mio dovere e, se proprio ho commesso qualche errori, ciò è sempre avvenuto in buona fede e cercando di tutelare gli interessi dell’Afragolese e del suo presidente”

“Tengo all’Afragolese e alla sua tifoseria”

“Ma è evidente che si sono generati degli equivoci ed è per questo che non voglio alimentare alcuna polemica. Quello che ancora oggi mi sta a cuore è il bene dell’Afragolese, perché c’è una Società, una squadra e una tifoseria cui resto legato. Mi auguro che l’Afragolese possa disputare un grande girone di ritorno e regalare ai suoi tifosi le soddisfazioni che meritano. E auguro ogni bene possibile anche al presidente Niutta, persona a cui resterò sempre legato, perché il calcio può passare ma la stima e l’affetto resteranno sempre intangibili”.

Potrebbe interessarti

Il Corriere del Pallone vi augura un Buon Ferragosto

NAPOLI. Il Corriere del Pallone, nella figura dei direttori Carmine Testa e  Claudio Musel…