La società di Amalfi  evidenzia come sia anacronistico riprendere l’attività agonistica quando altre attività fondamentali siano chiuse, come le scuole. Inoltre, esprime il proprio disappunto per la decisione del Comitato Regionale di affidare la scelta della ripresa alle singole società, giudicandola come uno scarico di responsabilità.

IL COMUNICATO STAMPA:

Il F.C. Sal De Riso Costa d’Amalfi Calcio, alla luce delle ultime evoluzioni epidemiologiche relative al Covid-19, interrompe, in via precauzionale, la partecipazione al Campionato di Eccellenza 2020/21.
“Le attività agonistiche – assicurano dalla dirigenza – riprenderanno quando le condizioni generali lo consentiranno, nella certezza di ripresentarsi all’appuntamento più forti di prima.”
Un breve comunicato, rivolto al pubblico e ai propri sostenitori, annuncia la sospensione delle attività agonistiche, ritenendo che non sussistano le condizioni minime di sicurezza per i propri tesserati e collaboratori.
“In una fase come quella che stiamo vivendo” si legge “dove persino attività basilari come la scuola vengono chiuse a tutela della collettività, riteniamo assolutamente inopportuno riprendere la pratica agonistica, esponendo a possibili contagi i nostri nuclei familiari. Del resto fin dalle riunioni di indirizzo abbiamo espresso invano il totale disaccordo con quello che il Comitato FIGC campano andava delineando e cioè di lasciar decidere ad ogni singola società la partecipazione o meno alla ripresa, sottraendosi in tal modo alle proprie responsabilità. Decidere di non decidere non è propriamente ciò che ci aspettiamo da chi governa il mondo dello sport e allora noi Costa d’Amalfi, in coscienza, abbiamo optato per la prosecuzione del fermo totale”.

Potrebbe interessarti

Licata 2-2 Gelbison | videosintesi, gol e highlights da Youtube (VIDEO)

Gelbison che con un punto consolida la terza piazza, ma resta l’amaro in bocca per u…