SAVOIA-AFRAGOLESE 1-0 (primo tempo 0-0)
MARCATORE: 58′ Prevete (S)
SAVOIA (4-3-3): Gallo; Adamo, Castaldo, Bosco, Guarro; Prevete, Sibilli, Borrelli (75′ Olimpo); Onda, Esposito (94′ Infimo), Agata (82′ Blasio). A disposizione: Formisano, Rocchino, Andres, Grimaldi. Allenatore Franco Fabiano
AFRAGOLESE (4-2-3-1): Pardo; Maiello, Gargiulo L., Loreto, De Chiara; Gargiulo A., Pesce; Di Paola, Carotenuto, Allegretta (75′ Pirone); Borrelli (68′ Monaco Di Monaco). A disposizione: Maione, Portente, Novelli, Gatta, Giraldi. Allenatore Pasquale Suppa
ARBITRO: Senthuran Lyngamoorthy di Genova
AMMONITI: Adamo, Esposito, Agata, Gallo (S); Loreto, Carotenuto, De Chiara (A)
NOTE: Spettatori 3000 circa di cui un centinaio ospiti. Angoli 5-3 per l’Afragolese. Recupero 1′ pt e 5’st

Franco Fabiano torna sulla panchina del Savoia centrando un’importantissima vittoria nel big match della 24a giornata del campionato di Eccellenza, Girone A. A decidere la sfida del Giraud è il gol al minuto 58 di Prevete, che regala ai suoi la vittoria al termine di una gara non spettacolare, ma sicuramente ricca di intensità da parte di entrambe le squadre. Fabiano deve rinunciare agli squalificati Pianese e Tulimieri e schiera Onda ed Agata ai lati di Esposito nel tridente offensivo, confermando capitan Guarro terzino sinistro e Bosco difensore centrale. Dal canto suo, Suppa opta per un 4-2-3-1 con Di Paola, Carotenuto ed Allegretta alle spalle di Borrelli. L’inizio del match è tutto di marca Afragolese, che va vicina al vantaggio due volte (prima con Carotenuto e poi con Di Paola), trovando altrettanti grandi opposizioni di Gallo. Col passare del tempo, però, il Savoia, all’inizio contratto probabilmente per l’importanza del match, alza il suo baricentro e verso la fine della prima frazione sono due le occasioni più importanti, prima con la punizione di Guarro deviata in corner da Pardo e poi con lo slalom di Onda, che dopo aver saltato due difensori calcia addosso al portiere ospite in uscita. Nella ripresa le due squadre entrano in campo pensando forse più a non perdere che a vincere, ma tra le due è sicuramente il Savoia a lasciare sul campo più cattiveria e determinazione e dopo tredici minuti arriva il gol che decide il match: Onda si accentra dalla destra, serve nello spazio Prevete, il quale appena entrato in area lascia partite un diagonale perfetto ed assolutamente imparabile per Pardo, facendo esplodere un Giraud tornato quello delle grandi occasioni. A quel punto Suppa prova a riequilibrare il match mandando in campo prima Monaco Di Monaco, poi Pirone, ma i rossoblu si rendono pericolosi solo sui calci da fermo di Carotenuto, che a cinque dalla fine chiama ancora Gallo alla grande parata di piede. Non bastano cinque minuti e mezzo di recupero all’Afragolese per trovare il gol del pareggio e l’intera posta in palio resta a Torre Annunziata. A questo punto il Savoia raggiunge al secondo posto (a -4 dal Portici vittorioso per 5-1 contro il Volla) proprio gli sconfitti di quest’oggi, nei cui confronti però gli oplontini sono davanti con riguardo agli scontri diretti. Il campionato entra nella sua fase più calda: mancano sei partite al termine e la corsa alle Serie D è più viva che mai.

Potrebbe interessarti

San Tommaso-Savoia, le dichiarazioni dalla sala stampa nel post partita

Al termine della partita tra San Tommaso e Savoia, ecco le voci dalla sala stampa dello st…