Puteolana 1902 – Virtus Volla 4-0

I diavoli rossi di Pozzuoli agganciano l’Afragolese in testa alla classifica, in attesa delle gare di domani. Eppure non è stato così facile trovare il bandolo della matassa da parte del team allenato da Ciaramella. Il primo gol infatti, è arrivato solo al 40′ con Antignano. Nella ripresa poi, è maturato il poker granata: Palumbo, un autogol di Borrelli e La Pietra hanno confezionato l’aggancio temporaneo di Ciaramella al primo posto in classifica.

Pomigliano – Marcianise 5-1

Un Carlo Gioielli sugli scudi regala una grande vittoria ai granata. Tripletta per l’ex calciatore del Casoria. Il tutto in appena 6 minuti di gioco tra il 30′ ed il 36′ del primo tempo. Prova a riaprire i giochi Famiano nella ripresa, ma nel finale il Pomigliano esagera andando in gol con Russo ed Emma.

Mariglianese – Albanova 0-5

Una tripletta di Scielzo rilancia Antonio De Stefano dopo il pareggio interno del turno precedente nel derby casertano col Mondragone. Dal suo approdo a Casal di Principe, l’ex Gladiator non ha fallito un colpo. Due le marcature nel primo tempo ed una nella ripresa a suggellare il pokerissimo. Di Falco il secondo gol della serie, mentre gioisce anche Cosimo La Ferrara, l’ex enfant prodige pare abbia trovato l’ambiente giusto per rilanciarsi, soprattutto ha ritrovato il gol, quello del 4-0 a fine primo tempo. Ridimensionata la Mariglianese, alla seconda sconfitta di fila dopo la partenza a razzo.

Sibilla Flegrea – Real Forio 5-0

Senza storie anche la sfida in terra flegrea tra Sibilla e Real Forio. Dopo la prima vittoria in campionato trovata la settimana scorsa, gli isolani tornano a faticare in trasferta. Anche in questo caso il primo tempo termina sul risultato di 4-0 grazie alle reti di Valoroso e capitan Costagliola, intervallate dalla doppietta di Capuano. Nella ripresa arriva il gol di Petrone che chiude definitivamente i giochi.

Barano – Gragnano 1-1

Tanto equilibrio nella gara sull’isola d’Ischia tra bianconeri e pastai. Auriemma porta in vantaggio i padroni di casa al 10′ della ripresa. Dopo dieci minuti ci pensa Oratore a pareggiare i conti.

Potrebbe interessarti

Il curioso caso di Antonio Maschio: allenatore a rischio squalifica

Antonio Maschio rischia una squalifica dai 6 agli 8 mesi. L’attuale allenatore in se…