Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio dei Ministri, ha parlato alla nazione oggi – domenica 25 ottobre 2020 – confermando le restrizioni che si ipotizzavano alla vigilia. Lo ha fatto anticipando un nuovo DPCM che entrerà in vigore dalle ore 24.00 di stasera. Cosa dice questo decreto per quanto riguarda lo sport? A quanto pare ci sarà uno stop a tutte le competizioni dilettantistiche.

Dpcm: stop alle scuola calcio e al calcio dilettante, solo i professionisti giocano

Dall’Eccellenza alla Terza Categoria il calcio si ferma. Lo prevede l’ultimo Dpcm ufficializzato dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Tra i campionati dilettantistici si salva solo la serie D, campionato considerato di “interesse nazionale” mentre tutte le altre categorie dei Dilettanti si fermano così come quelle a carattere provinciale.

In Campania, come in tutta parte dell’Italia, l’Eccellenza si fermerà così come la Promozione. Resta tutto congelato in attesa che un nuovo provvedimento del Governo sblocchi la situazione. Grave danno economico per le società dilettantistiche anche perché i dirigenti dovranno stabilire il da farsi rispetto ad una situazione non preventivata.

Anche le scuole calcio, a quanto pare, dovranno rimanere chiuse perchè considerate “sport di contatto”. In un primo momento (nel precedente decreto) s’era parlato della possibilità di far giocare i campionati regionali, adesso ad oggi a quanto pare tale possibilità è stata esclusa e anche i campionati regionali sono entrati nel lockdown dello sport dilettantistico. Probabile spiraglio solo per gli allenamenti, sempre tra i ragazzi delle scuole calcio.

Attendiamo DPCM per leggerlo in maniera accurata e capire meglio la situazione.

Potrebbe interessarti

Mauro Bellugi, il dramma a Live non è la D’Urso dal letto d’ospedale: «Così il Covid si è preso le mie gambe»

L’ex calciatore dell’Inter, Mauro Bellugi, dopo aver contratto il Covid ha per…