Il calcio dilettantistico è salvo. Quello giovanile no. Questa la sintesi del nuovo DPCM di cui il Premier Conte ci ha offerto la diretta tv a reti unificate. Da quello che si apprende dalla prima bozza il calcio dilettantistico dei “grandi” prosegue, quantomeno per le competizioni a carattere nazionale e regionale. In Campania vale fino alla Seconda Categoria, mentre la Terza Categoria è un campionato gestito dalle Delegazioni Provinciali.

Allenamenti individuali per l’attività di base

Dopo la scuola (solo in Campania) ragazzi e bambini perdono in gran parte anche la possibilità di partecipare alle classiche sedute d’allenamento e soprattutto, alle partite ed alle competizioni i cui inizi erano alle porte.

Di sicuro per l’Attività di Base saranno concessi solo allenamenti in forma individuale, un po’ come accadeva a giugno, senza la possibilità di disputare le partite durante il week-end.

E l’attività agonistica?

Da capire che fine farà l’Attività Agonistica. Su gazzetta.it si legge che sono “consentite le competizioni a carattere nazionale e regionale”, ma allo stesso tempo si parla di “calcio dilettantistico fino alla Seconda Categoria”. Bisogna capire che fine faranno i campionati che vanno dall’Under 19 all’Under 14 Regionale.

Una mazzata per le scuole calcio

Dopo aver bloccato il calcio amatoriale, vero e proprio sostentamento per le strutture calcistiche, il governo ferma anche l’attività di base. Le iscrizioni e le rette delle categorie dei più piccolini, permettono alla stragrande maggioranza delle scuole calcio di investire sull’attività agonistica. Un doppio colpo, nel giro di pochi giorni, che rappresenta una vera e propria batosta per il proseguo della stagione in primis, ed in molti casi anche di interi progetti.

Dopo pochi secondi dalle dichiarazioni del Primo Ministro Conte, su WhatsApp è subito nato un gruppo “Non fermare il calcio”, che racchiude 250 tra rappresentanti di scuole calcio, strutture sportive e associazioni varie che vivono soprattutto, grazie all’attività calcistica amatoriale e di base. Un primissimo movimento che annuncia subito battaglia sul fronte della Regione Campania.

Potrebbe interessarti

UFFICIALE | La FIGC si esprime sugli allenamenti individuali

Allenamenti individuali sì. E pure con un allenatore/istruttore in campo. A dichiararlo è …