di Aniello Battaglia

A bocce ferme, si possono fare più valutazioni  sull’andamento di un derby molto sentito, già prima della discesa in campo delle due contendenti.

La Gelbison affrontava un incontro tra mille vicissitudini e il tutto era affidato all’unica figura che potesse dare una certa nota positiva, il mister Squillante.

Dall’altra parte, i padroni di casa dell’Agropoli in cerca di visibilità. L’incontro si è svolto con un certo impegno da parte delle due che alla fine ha decretato la vittoria della Gelbison e nonostante i due calci piazzati e l’espulsione, che non devono ingannare dando una lettura diversa, si è assistito ad uno scontro ben compensato e all’insegna della massima caparbietà.

È vero che nella ripresa si è assistito ad un calo di gioco, dove le due compagini hanno perso quel mordente iniziale, ma hanno comunque mantenuto lo spirito combattivo.

Ovviamente  i padroni di casa hanno dovuto penare non poco per l’espulsione subita già dalla prima fase di gioco e che ha determinato non poche conseguenze. Per questo il mister Procopio ha dovuto più volte cambiare gli schemi da gioco, cercando di tamponare al massimo l’handicap subito.

Lo stesso mister, per questo e per altri episodi, ha molto criticato la condotta arbitrale, che infine ha trovato seguito anche dalla parte avversaria. A fine gara i due hanno potuto comunque fare valutazioni sull’andamento ognuno per la propria compagine.

Il mister  della Gelbison Squillante si è detto soddisfatto del comportamento dei propri ragazzi e per il gioco profuso, che alimentano speranze future.

Potrebbe interessarti

Castel San Giorgio: continua la preparazione di mister De Cesare

di Francesco Monaco Continua la preparazione del Castel San Giorgio in vista dell’in…