Maradona dovrà essere risarcito di una bella sommetta: 70 mila euro. Da chi? Dalla casa di moda Dolce&Gabbana. Il Tribunale Civile di Milano, infatti, ha condannato gli stilisti a “sganciare” 70mila euro di risarcimento al Pibe de oro. Il motivo? “Indebita utilizzazione” e indebito “sfruttamento a fini commerciali del nome” dell’ex calciatore del Napoli.

Maradona risarcito da Dolce&Gabbana di ben 70mila euro

Nel luglio del 2016, durante un evento organizzato da Dolce &Gabbana a San Gregorio Armeno una modella sfilò con una maglia azzurra simile a quella del Napoli che riportava il nome di Maradona sopra il numero 10.

Il Tribunale civile di Milano ha condannato Dolce&Gabbana srl a versare a Diego Armando Maradona 70mila euro di risarcimento, oltre agli interessi legali. Il tutto perchè, nel luglio del 2016, ad un evento organizzato dalla prestigiosa casa di Moda una modella sfilò con una maglia azzurra simile a quella indossata da Maradona, ovviamente rivisitata e corretta, con dietro il numero 10, notoriamente il numero dell’argentino.

Non dubitiamo che Domenico Dolce e Stefano Gabbana abbiano voluto solo rendere omaggio al “Pibe de Oro” dal momento che l’evento era a San Gregorio Armeno, a Napoli.

Tuttavia, il giudice Paola Gandolfi, ha ritenuto che il nome di Maradona “veicola (…) particolari suggestioni di fascino storico e di eccellenza calcistica” e “non può essere consentito a terzi imprenditori di farne uso alcuno, senza il consenso dell’avente diritto”.

Il campione argentino è stato assistito nella causa dagli avvocati e professori Ulisse Corea (Studio Marini), Antonio Tigani Sava e Luca Albano.

Video Dell’evento di Dolce&Gabbana del 2016

Potrebbe interessarti

Diletta Leotta nella bufera social: in giro per Milano senza mascherina

Diletta Leotta nella bufera social perchè è stata fotografata dalle pagine del settimanale…