Calcio giovanile

Come volevasi dimostrare. Le scuole calcio non si possono allenare in zona rossa. Sembra una cosa scontata eppure nei giorni scorsi c’è chi ha pensato bene di richiamare i propri (e non solo…) giovani atleti al campo di allenamento.

Scuole calcio, l’EPS chiarisce la propria posizione

Le società che erano tornate in campo per gli allenamenti facevano leva sulla teorica partecipazione al torneo organizzato dallo CSEN ed unico regolarmente riconosciuto dal CONI di “preminente interesse nazionale”. Ed è così che stamattina è arrivata la presa di coscienza dell’Ente di Promozione Sportiva. Alle società affiliate infatti, è stato recapitato un comunicato che sospende ufficialmente tutte le attività sportive. Eccolo di seguito.

Sospensione dell’ente: cosa faranno le scuole calcio interessate?

C’è ora da capire cosa faranno le tre società oggetto dei nostri articoli, se non ce ne fossero state altre che si sono mosse nella stessa direzione. Ai posteri l’ardua sentenza. Con la speranza che ragazzi e bambini possano tornare in campo il prima possibile e staccarsi dai vari monitor protagonisti di gran parte delle giornate, tra pc, tv, tablet e smartphone.

Potrebbe interessarti

Polemiche Benevento, Inzaghi al Club di Sky: “Voglio retrocedere con errori miei non degli altri”

Continua la lunga scia di polemiche scaturite dallo scontro salvezza tra Benevento e Cagli…