Davide corre nel suo deambulatore, che serve a tenerlo in piedi. Indossa la maglia numero 9 e quando gli arriva il pallone tra i piedi è il bimbo più felice al mondo. Da tre anni gioca con la squadra dei Supereattivi, formazione che si allena nel quartiere Casolotti a Roma e che è stata creata dalla mamma di Davide. E’ la dimostrazione che anche i disabili possono giocare a calcio e divertirsi. La squadra è formata da 20 bambini, altri con disabilità e la signora Carmela ha voluto raccontare la storia a Il Messaggero.

E’ il grido di speranza di una mamma che non ha voluto privare il proprio figlio della gioia di giocare a calcio. Mamma Carmela non si è arresa, ha lottato, sfidato la disabilità e creato una squadra di calcio senza barriere. La signora racconta che prima di realizzare il suo sogno di giocare a calcio, Davide faceva nuoto, ma il suo sport preferito è il calcio e, anche se romano, tifa Juventus. La squadra ha anche un allenatore, una volta a settimana hanno gratuitamente a disposizione il campo di Casalotti e giocano la loro partita. Ogni settimana per davide è come scendere in campo in una finale di Champions. “E’ vispo e attivo” ha dichiarato mamma Carmela e quei sorrisi sono il trofeo più grande che possa essere alzato al cielo, quello di chi realizza i propri sogni senza barriere.

Potrebbe interessarti

Calciomercato Campania. Parte la caccia ad attaccanti e portieri

Tutta la giornata di calciomercato delle squadre campane dalla serie A ai Dilettanti a cur…