CRONACA PALERMO JUVE STABIA – Domenica da ricordare quella vissuta dalla Juve Stabia in terra siciliana: le Vespe hanno infatti superato il Palermo con il risultato di 2-4.

PALERMO-JUVE STABIA: IL PRIMO TEMPO

Il Palermo sta ancora assorbendo il cambiamento che ha portato Giacomo Filippi in panchina, eppure l’inizio dei rosanero è convincente: pressione costante, baricentro alto, tanta intensità e pericolosità. Luperini sigla il vantaggio dopo appena sette minuti e la partita sembra mettersi in discesa. Non è così, perché alla prima occasione (al 27′) la Juve Stabia trova il pareggio grazie a Berardocco. I siciliani accusano il ritorno della Juve Stabia e danno la sensazione di perdere convinzione dopo un ottimo avvio, non a caso la prima frazione termina con l’equilibrio a regnare sovrano.

JUVE STABIA, GOLEADA NELLA RIPRESA

La ripresa comincia in maniera idilliaca per la Juve Stabia, che dimostra notevole capacità interpretativa, capta la reiterata volontà del Palermo di giocare con la linea difensiva molto alta e, al 48′, sfrutta un proverbiale inserimento di Fantacci, che scappa verso la porta di Pelagotti e, con la collaborazione di Guarracino, batte l’estremo difensore avversario. I padroni di casa cercano di alzare nuovamente i ritmi, danno la sensazione di poter far male ma subiscono il terzo gol che probabilmente taglie le gambe alla speranza: Marotta al 67′ cala il tris. L’esperto centravanti trova la seconda gioia personale di giornata quattro minuti dopo, quando sfrutta un errore di Palazzi e regala il triplo vantaggio ai suoi. All’83’ Luperini firma il 2-4 e trova anche lui la doppietta, ma per il Palermo è troppo tardi: passa la Juve Stabia che, in attesa delle altre partite, è sola al sesto posto in classifica.

Potrebbe interessarti

Afragolese, colpo esterno sul campo della Vis Artena

Un risultato incredibile quello ottenuto quest’oggi dall’Afragolese, che ha espugnato per …