È la serata di Matthjs de Ligt: dal possibile – ennesimo – rigore causato per un braccio troppo largo nella propria area, al gol che decide il derby contro il Torino: finisce infatti 1-0 per i bianconeri il sentito match contro i granata, che consente loro di tornare in testa alla classifica di Serie A, rispondendo così al successo dell’Inter a Bologna nel pomeriggio. Il Toro non torna a fare punti, è la sesta sconfitta in undici giornate, la seconda di fila, ma l’atteggiamento fa ben sperare: squadra mai doma, Mazzarri può comunque sorridere per la prestazione, essendoci visibili passi avanti rispetto al 4-0 di Roma con la Lazio dell’infrasettimanale.

SECONDO TEMPO – Sirigu ricomincia da dove aveva finto, ossia negando un gol agli avversari con un super intervento, stavolta sul forte diagonale di CR7. Entra Higuain e il derby si accende: bolide al volo del Pipita argentino, ancora il portiere del Toro a mettere in corner, da cui nasce lo 0-1 all’Olimpico Grande Torino. Pallone sul secondo palo, Higuain appoggia in mezzo per de Ligt che solo, a pochi metri dalla porta, mette in rete il gol partita. I granata si ribellano immediatamente, con una serpentina straordinaria di Ansaldi, che arriva anche al tiro e Szczesny neutralizza con una bellissima parata. Mazzarri inserisce Zaza e infine anche il giovanissimo Millico per l’assalto al pari, la squadra di Sarri allora prova a chiudere in contropiede: Ramsey, entrato per Bernardeschi, riceve un ‘no’ da chi? Ovviamente lui: Salvatore Sirigu. La Juve soffre e vince di misura, come successo praticamente sempre in questo avvio di A.

Potrebbe interessarti

Savoia, l’abbraccio dei tifosi a squadra e società nel brindisi di fine anno

Di Luigi Capasso La buona fine è arrivata sul campo con 7 vittorie di fila e 12 risultati …