VIRTUS VOLLA – VIRTUS SCAFATESE 3-2 (dts, 2-2)
V. VOLLA (4-3-2-1): De Marino, Duello, Borrelli P., Prisco A. (58′ Ciocia), Guadagnuolo; Prisco C. (46′ Trematerra), Loreto, Avolio; Barone, Marotta; Scippa (67′ Aliyev). A disp.: Pica, Madonna, Borrelli S., Giordano. All. De Michele
V. SCAFATESE (4-3-1-2): Gallo F., Romano, Amaranto, Cirillo, Gallo S.; Natino, Bencardino (122′ Malafronte), Maio (104′ Giudice); Ascione; Polverino (95′ Ferrentino), Marcucci.. A disp.: Zambrano, Manzo, Avino, Gaudieri, Malafronte. All. Esposito (squalificato)
ARBITRO:  Acampora di Ercolano (Battista – Mariniello)
MARCATORI: 25′ Marcucci (S), 41′ Maio (S), 70′ Aliyev (V), 84′ Marotta (V, rig.), 120′ Ciocia (V)
AMMONITI: Gallo S., Cirillo, Ascione (S), Prisco A., Loreto, Trematerra (V)
ESPULSI: 83′ Romano (S) per comportamento non regolamentare, 122′ Gallo S. (S) per proteste
NOTE: presenti circa 2000 spettatori. Terreno di gioco (sintetico) in eccellenti condizioni. Giornata cupa e piovosa. Al 113′ gioco fermo per l’infortunio all’arbitro Acampora sostituito poi dal IV uomo Guadagno di Nola.
TORRE ANNUNZIATA (NA) – Come al solito per la Coppa regionale il tempo non è clemente e le due squadre sono costrette alla disputa sotto un cielo cupo e minaccioso. Anche se non c’è niente a che vedere con il Partenio inzuppato di due anni fa. Partita subito maschia con il bel duello tra Marotta e Gallo. La prima occasione porta il nome di Marcucci che al 7′ prova il tiro dal limite, palla fuori. Al 9′ la risposta di Marotta: il fantasista si beve Gallo in area e fa partire il sinistro. Tiro centrale. Al 22′ è ancora Marotta ad andare vicino al gol quando si procura e calcia una punizione proprio all’ingresso in area. La battuta a scavalcare la barriera non si abbassa e termina alta. Al 25′ i canarini passano in vantaggio con Marcucci. Il bomber dei salernitani sbuca alle spalle della difesa su un calcio piazzato dalla metà campo. Nulla da fare per De Marino sulla spaccata dell’ex punta del San Giorgio. Al 29′ il Volla va vicino al pari. Avolio va al cross dopo una bella combinazione con Marotta. Sponda di Scippa per Barone, ma il pallone termina tra le mani di Gallo. Al 41′ raddoppia la squadra scafatese. Tonino Prisco sbaglia il rinvio di testa. Ne approfitta Maio che di prima intenzione trafigge De Marino. La Scafatese si distende ed al 43′ va ancora vicina al gol. Polverino parte in contropiede, fa tutto da solo entra in area e non trovando lo spazio per il tiro serve Ascione. Conclusione alta da parte del giovane fantasista. Termina così il primo tempo. La ripresa si apre con De Michele che mette fuori un inconsistente Carmelo Prisco per Trematerra, dando più peso all’attacco e passando al 4-2-3-1. A partire bene però, è ancora la Virtus Scafatese. Bella la combinazione tra Marcucci e Polverino al 53′, ma il tiro di quest’ultimo viene respinto dall’intervento di Borrelli. La vivacità di Polverino mette in seria difficoltà la difesa napoletana. Al 55′ è ancora lui ad ispirare per Bencardino. Il tiro del centrocampista viene deviato in angolo da Duello. I salernitani vogliono chiudere il match ed al 57′ Cirillo sfiora il terzo gol svettando di testa su azione d’angolo. Al 70′ la Virtus Volla riapre la partita. Palla in profondità per l’ultimo entrato Aliyev, il russo è abile a superare Gallo in velocità e ad insaccare a porta vuota. Al 78′ Marcucci si divora il gol che avrebbe potuto chiudere i giochi. Partito sul filo del fuorigioco si fa ipnotizzare dal giovanissimo De Marino che si supera deviando in angolo. All’83’ l’episodio che cambia la partita. Romano si sostituisce a Gallo respingendo con le mani un tiro di Borrelli divenuto ormai da qualche minuto punta aggiunta. Rigore ed espulsione per Acampora. Dal dischetto Marotta trasforma per il pareggio insperato. Due squadre esauste stentano a dare spettacolo nel primo tempo supplementare, che fila via senza particolari azioni. E così pare debba procedere anche la ripresa se non fosse che Ciocia al 120′ insaccasse alle spalle di Gallo. Azione dubbia quella che porta al gol della punta vollese, ma pare che l’assistente abbia visto bene. Inutile l’arrembaggio finale della Virtus Scafatese, la coppa è della Virtus Volla, che alza così al cielo il trofeo per la seconda volta nella sua storia.
Claudio Musella

Potrebbe interessarti

Ronaldo/Ichazo, Balotelli: “Se l’avessi fatto io…”

Fa un po’ strano il gesto di Cristiano Ronaldo avvenuto dopo il rigore segnato dal p…