CASTELLAMMARE DI STABIA – (Servizio di Nello Bisogno) – Dopo la brutta sconfitta di Caserta, la Cavese contro il Potenza era chiamata (e richiamata dal patron Santoriello: dure le sue parole dopo la sconfitta con i falchetti della “Regia”) al pronto riscatto. La sconfitta subita contro la Casertana aveva provocato l’ira della tifoseria e del presidente/patron Massimiliano Santoriello, per cui contro la squadra lucana la parola d’ordine era vincere. La squadra allenata da mister Campilongo, però, ha recepito per metà il messaggio e in uno stadio desolatamente vuoto e silenzioso pareggia dividendosi la posta in palio con il Potenza.

 

LA CRONACA e IL TABELLINO
Il tecnico metelliano, Salvatore Campilongo, torna in panchina dopo le due giornate di squalifica e, diversamente dalle ultime uscite, schiera la Cavese con un 3-4-3 a trazione anteriore, rinunciando agli squalificati Matera, Bulevardi e Cesaretti, a cui si aggiungono Polito (infortunato) e i lungodegenti Addessi, Kucich, Badan, Nunziante, Lulli e Rocchi. Il tecnico lucano contrappone il Potenza schierandolo allo stesso modo, cioè con uno speculare 3-4-3, cambiando poco rispetto alle ultime uscite.

Nella prima frazione del match la Cavese si approccia meglio degli ospiti alla partita, sfiorando il goal dopo soli due minuti di gioco. Il cronometro segna il 2’ minuto quando Russotto scatta in contropiede e fa tutto da solo: una volta al limite calcia a rete ma colpisce in pieno il palo alla destra del portiere ospite Ioime. L’azione poi finisce con un nulla di fatto. La gara procede con continui rovesciamenti di fronte e con leggera supremazia dei padroni di casa. Al 26’ Spaltro ci prova con un tiro cross dalla destra d’attacco, ma la palla attraversa tutta l’area potentina rasentando la porta, poi la sfera si perde al lato. La partita si avvia verso la fine del primo tempo con un nulla di fatto, ma il potenza, però, si rende pericoloso al 35’ con Murano che calcia a rete servito da un compagno con un cross dalla bandierina: il portiere aquilotto è attento e para senza trattenere la sfera, poi il direttore di gara invalida l’azione di gioco per fallo sul portiere di Ricci, il quale travolge D’Andrea. Si arriva mestamente alla fine del primo tempo con il match ancorato sul risultato di parità. Due le azioni più pericolose, una per parte. Dopo un minuto di recupero, infatti, il sig. Meraviglia di Pistoia manda le due squadre al riposo con il punteggio di 0-0.

Nella ripresa la Cavese inizia subito a ritmi alti, aggredendo il Potenza. Dopo tre minuti di gioco, al 48’, Russotto scatta in contropiede e serve uno smarcatissimo Sainz-Maza il quale, dopo aver scartato anche il portiere, fallisce un goal che è più difficile sbagliare che segnare, piazzando la palla sul palo alla destra di Ioime. Il Potenza risponde al 55’ con un colpo di testa di Murano, servito da Dettori sugli sviluppi di un calcio di punizione, ma il portiere aquilotto è attento e con un colpo di reni devia in angolo la sfera. La gara procede a ritmi sostenuti e al 71’ il Potenza ci prova con un tiro velleitario dal limite di Murano, ma la palla si perde sul fondo. La squadra lucana ci riprova e si rende ancora pericolosa all’87’, sfiorando il goal con Ricci che, servito da Farri Marini, impegna severamente il portiere metelliano D’Andrea che si supera e devia in angolo la sfera salvando la propria porta e il risultato. Il match si avvia alla fine e dopo tre minuti di recupero il direttore di gara manda tutti sotto la doccia: Cavese-Potenza finisce 0-0. Archiviato anche il match contro i lucani, ora si attendono decisioni sull’eventuale chiusura di tutti i campionati a causa del corona virus.

 

TABELLINO di CAVESE – POTENZA 0-0
CAVESE (3-4-3): D’Andrea; Matino, Marzupio, Marzorati; Ricchi (78’ De Luca), Castagna, Favasuli, Spaltro; Russotto; Di Roberto (93’ Romano), Sainz Maza (62’ Germinale). A disp.: Abibi, Cernaz, De Rosa, Montaperto, Mirante. – Allenatore: Salvatore Campilongo.
POTENZA (3-4-3): Ioime; Sales, Giosa, Emerson; Sepe, Dettori (70’ D’Angelo), Coppola, Coccia; Ricci, Murano (76’ Franca), Golfo (76’ Ferri Marini). A disp.: Santopadre, Brescia, Viteritti, Panico, Gassama, Di Somma, Longo, Souare, Iacullo. – Allenatore: Giuseppe Raffaele.
Arbitro: signor Francesco Meraviglia di Pistoia; Assistenti: Emanuele Daisuke Yoshikawa e Giorgio Rinaldi di Roma 1.
Note: Giornata ventilata con cielo sereno o poco nuvoloso. Gara giocata a porte chiuse a causa dell’ordinanza governativa che prevede misure di prevenzione a causa del corona virus. Ammoniti: Giosa (P), Marzupio, Favasuli, Germinale (C), Coccia (P); Espulsi: Russotto espulso per proteste a fine gara; Angoli: 3-5; Recupero: 1’ pt – 3’ st.

Potrebbe interessarti

Mai dimenticato: 14 anni senza Catello Mari

CAVA DE’ TIRRENI – In casa Cavese, ferma e in attesa di sviluppi come tutte le società cal…