CASTELLAMMARE DI STABIA – (Servizio di Nello Bisogno) – Al “Menti” di Castellammare di stabia, per la 25^ giornata del girone C di Lega Pro, andava in scena il big match Cavese – Catania. Una gara difficile e spigolosa, con il Catania a caccia di punti per restare in zona play-off e, vista la stagione tribolata che mette in dubbio la reale forza della squadra, salvare il salvabile. La Cavese, invece, attesa alla prova del nove, era in cerca dei tre punti, prova che una volta superata avrebbe aperto alla compagine metelliana uno scenario ben diverso da quella della semplice salvezza e ambire a obiettivi impensabili alla vigilia del torneo. Alla fine del match, però, ad aver la meglio sono gli ospiti che miracolosamente e grazie a “San Longo da Paola” risorgono a Cava.

LA CRONACA E IL TABELLINO
Campilongo schiera la Cavese con l’ormai irrinunciabile 4-4-1-1 di partenza, con Bisogno che rientra tra i pali. Il tecnico etneo, invece, rispetto alle gare precedenti schiera il Catania con il 4-2-3-1 potendo contare anche sul neo acquisto Beleck.
Dopo una breve fase di studio, il primo tempo del match parte subito a ritmi alti e con molto agonismo, con le due squadre che cercano di piazzare il colpo a sorpresa. La prima conclusione nello specchio della porta è della Cavese al 13’ con Cesaretti che con un tiro dalla distanza mette la palla sul fondo di poco alto sulla traversa. Gli etnei rispondono al 20’ con una rapida azione di rimessa. La difesa aquilotta commette il solito errore difensivo e Biondi, con il portiere metelliano fuori area, ne approfitta e si presenta tutto solo in area, ma a porta sguarnita fallisce la palla del possibile vantaggio piazzando la sfera sul palo, poi il portiere cavese Bisogno recupera posizione e blocca la sfera. La gara procede con molto agonismo e tantissime interruzioni per gioco falloso. Al 40’ l’arbitro non concede il rigore per un netto fallo da rigore su Cesaretti, per la Cavese, mentre al 43’ non ha esitazioni a concedere un penalty agli ospiti per un fallo inesistente di Matino su Biondi: Mazzarani dal dischetto trasforma per il parziale di 1-0. Dopo due minuti di recupero il sig. Longo di Paola, mediocre la sua direzione, manda tutti al riposo.

Nel secondo tempo sono gli ospiti, grazie anche al vantaggio acquisito nella prima parte della partita, a partire forti tanto che al 54’ in un azione di attacco costringono Marzorati alla respinta affannosa in angolo. Campilongo corre ai ripari e manda in campo Russotto, Di Roberto e Nunziante in luogo dei spenti Lulli, Ricchi e Cesaretti per dare maggiore incisività alla suq squadra. Al 68’, infatti, il duo Russotto-Di Roberto confezionano una buona azione da goal: Russotto scatta in contropiede e serve Di Roberto sulla sinistra che entra in area e calcia a rete, il portiere etneo c’è e respinge in angolo la sfera. La gara, però, si avvia inesorabilmente verso la fine con i metelliani incapaci di ristabilire almeno il punteggio di parità. A tempo scaduto e in pieno recupero, al 91’, Russotto di testa alza alle stelle un buon cross dalla destra di Sainz-Maza. Dopo quattro minuti di recupero il mediocre sig. Longo di Paola decreta la fine del match e anche (grazie alle sue sviste) la vittoria del Catania per 0-1.

 

Tabellino di Cavese – Catania 0-1
CAVESE (4-4-1-1): Bisogno; Lulli (57’ Castagna), Matino, Marzorati, Ricchi (57’ Di Roberto); Spaltro, Matera (82’ Bulevardi), Nunziante (82’ Badan), Sainz-Maza; Cesaretti (57’ Russotto); Germinale. A disp. D’Andrea, Abibi, Polito, Badan, Castagna, Di Roberto, Favasuli, Cernaz, Marzupio, Russotto, Bulevardi, De Luca. All. S. Campilongo.

CATANIA (4-2-3-1): Furlan; Calapai, Mbende, Silvestri, Pinto; Salandria (78’ Biagianti), Vicente (85’ Welbeck); Barisic, Curcio (46’ st Esposito), Biondi (72’ Manneh); Mazzarani (72’ Beleck). A disp. Martinez, Welbeck, Capanni, Beleck, Marchese, Manneh, Di Grazia, Biagianti, Esposito. All. C. Lucarelli.

Arbitro: Signor Federico Longo di Paola. Assistenti: sig.ri M. Dell’Olio di Molfetta e P. De Chirico di Barletta.
Marcatori: 43’ Mazzarani su rig. (C)
Note: Cielo sereno con clima primaverile. Spettatori presenti circa 1500 tutti di marca cavese. Assente la tifoseria ospite a causa del divieto di trasferta. Ammoniti: Marzorati, Campilongo (C), Pinto (CT), Russotto (C), Furlan (CT); Espulsi: –; Angoli: 7-2; Recupero: 2’ pt – 4’ st.

Potrebbe interessarti

Mai dimenticato: 14 anni senza Catello Mari

CAVA DE’ TIRRENI – In casa Cavese, ferma e in attesa di sviluppi come tutte le società cal…