CASTELLAMMARE DI STABIA – (Servizio di Nello Bisogno) – Dopo la battuta di arresto di mercoledì scorso a Potenza contro il Picerno, la Cavese con il Teramo cercava subito la vittoria per il pronto riscatto e per riprendere il cammino interrotto verso la salvezza e, non meno voluta, verso quella griglia paly-off che in sordina tutto l’entourage metelliano aspira. Contro la squadra abruzzese, Campilongo e i suoi uomini cercavano l’intera posta in palio e alla fine della contesa ad aver la meglio sono proprio i padroni di casa. Il verdetto del campo sancisce la vittoria dei metelliani per 1-0, bravi a capitalizzare cinicamente una delle poche occasioni avute durante tutto il match.

TABELLINO di Cavese 1 – Teramo 0
CAVESE (4-4-1-1): D’Andrea; Polito, Matino, Marzorati, Spaltro; Di Roberto (70’ Cesaretti), Castagna (70’ Lulli), Matera, Sainz Maza (82’ Marzupio); Germinale, Bulevardi (92’ Favasuli). A disp.: Paduano, Nunziata, D’Ignazio, Favasuli, Lulli, Cernaz, De Rosa, Marzupio, Mirante, Cesaretti, De Luca. – Allenatore: Salvatore Campilongo.
TERAMO (4-3-1-2): Tomei; Cancellotti, Piacentini (61’ Cristini), Soprano, Tentardini (84’Birgilea); Santoro (84’ Mungo), Viero (46’ st Arrigoni), Ilari (67’ Cappa); Costa Ferreira; Bombagi, Magnaghi. A disp.: Valentini, Lewandowski, Fiore, Cristini, Florio, Mungo, Cappa, Arrigoni, Birligea. – Allenatore: Bruno Tedino.
Arbitro: Sig, Enrico Maggio di Lodi; Assistenti: sig.ri M. Bonomo di Milano e F. Giorgi di Legnano.
Marcatori: 57’ Matino
Note: Spettatori circa 1500 di cui un centinaio provenienti da Teramo. Ammoniti: Viero (T), Lulli e D’Andrea (C); Espulsi: —; Angoli 6 – 9: Recupero: 0’ pt – 4’ + 1’st.

LA CRONACA 
Campilongo schiera i suoi con il collaudato 4-4-1-1 dovendo fare a meno, però, di Bisogno, Rocchi (entrambi già out col Picerno), Nunziante, Russotto ed i lungodegenti Kucich e Addessi. Tra i pali la conferma di D’Andrea, mentre in avanti, il tandem, inedito fino ad ora, è formato da Germinale e Bulevardi. Il tecnico del Teramo risponde con il 4-3-2-1 dovendo rinunciare, però, a quattro importanti pedine per infortunio, mentre può contare sul recupero di Domenico Mungo.

Nel primo tempo il match non decolla, con le due squadre che si affrontano prevalentemente a centrocampo. Poche, infatti, le azioni da goal nella prima metà del tempo. La prima azine verso lo specchio della porta, infatti, lo registriamo al 20’ con un colpo di testa di Germinale che cerca di girare a rete un cross dalla destra di Di Roberto,ma la palla esce sul fondo senza impensierire il numero uno ospite. Al 25’ Sainza Maza approfitta di un errore difensivo degli ospiti e appena dentro l’area cerca di sorprendere Tomei con un pallonetto, ma la palla finisce alta sulla traversa. Al 30’ è la volta di Marzorati che di testa cerca di sfruttare un cross dalla bandierina di Germinale ma la sfera risulta fuori bersaglio. La gara si avvia verso la fine della frazione senza emozioni, ma negli ultimissimi minuti si ravviva con due azioni favorevoli ai padroni di casa. Al 42’ Di Roberto con un pallonetto deposita in rete su invito di Sainz-Maza, ma l’arbitro annulla per fuori gioco alquanto dubbio. Dopo due minuti, esattamente al 44’, Matera si ritrova sui piedi la palla goal più nitida del primo tempo: il centrocampista aquilotto, appena in area e decentrato lateralmente a sinistra, calcia a rete a botta sicura, ma il portiere abruzzese si supera e respinge di pugno la sfera, salvando la propria porta e il risultato parziale. Allo scadere del tempo il direttore di gara manda tutti al riposo senza concedere minuti di recupero.

Il secondo tempo inizia all’insegna della maggio intraprendenza degli ospiti che gia al primo giro di lancette provano a sorprendere il portiere metelliano. Al 46’ st, infatti, Tendardini prova a sorprendere D’Andrea con un tiro da circa 30 metri, la palla finisce di poco alta sulla traversa. Gli ospiti ci riprovano al 52’ con una punizione di Bombagi, ma il portiere metelliano di pugno devia in angolo la sfera. Il goal è nell’aria e lo segnano i padroni di casa al 57’: Sainz-Maza dalla bandierina batte corto per Di Roberto che fornisce un perfetto assist per la testa di Matino, che non fallisce il bersaglio e fa 1-0. Sulle ali dell’entusiasmo un minuto dopo, al 58’, la Cavese sfiora il raddoppio con Sainz-Maza che, scattato in contropiede si presenta a tu per tu con il portiere ospite e calcia a rete, ma il numero uno abruzzese si salva respingendo in angolo la sfera. Superato lo spauracchio, gli ospiti provano a ristabilire la parità e sfiorano il goal dell’ 1-1 al 67’ con Bombagi che con un tiro in diagonale dal limite colpisce il palo, poi la pala termina sul fondo per il sollievo dei metelliani. La gara si avvia verso la conclusione senza che le due compagini creino ulteriori azioni pericolose, con gli ospiti che nei minuti finali si catapultano in avanti alla disperata ricerca del pari, ma dopo cinque minuti di recupero il direttore di gara sancisce la fine del match. La Cavese vince di misura per 1-0 e riprende il cammino interrotto contro il Picerno. Sabato prossimo la Cavese sarà ospite al “Marcello Torre” di Pagani per giocare il derby contro la Paganese.

Potrebbe interessarti

Cavese sempre grande con le grandi: contro il Bari finisce 1-1 in rimonta

CASTELLAMMARE DI STABIA – (Servizio di Nello Bisogno) – Per la ventisettesima giornata del…