Trionfa il Palermo nel match che apre la 34a giornata del girone C di Serie C. La squadra di Filippi batte i padroni di casa della Casertana per tre a due. Siciliani che stavano per rovinarsi la festa nel finale dopo un rigore sbagliato da Kanoute e l’espulsione di Almici.  Con questa vittoria i rosanero scavalcano proprio i falchetti in classifica toccando quota 42 punti. Resta ferma a 41 la Casertana.

La cronaca di Casertana – Palermo

Parte subito col piede sull’acceleratore la squadra ospite. Tanto che al secondo minuto il Palermo è già in vantaggio. Cross dalla destra che trova la testa di Lucca. L’attaccante rosanero stacca più in alto di tutti e batte Avella per il vantaggio ospite. La risposta rossoblù tarda ad arrivare ed al 13′ la storia si ripete: cross di Almici dalla destra. Lorenzo Lucca è ancora abilissimo a staccare più in alto di tutti, con Avella non proprio esente da colpe, mancando l’uscita alta a ridosso dell’area piccola.

Il primo vero sussulto degli uomini di Guidi arriva al 18′. Azione dalla sinistra con un cross che trova la girata al volo di Pacilli. Il mancino dell’attaccante rossoblù termina di poco fuori lo specchio della porta. Al 22′ Rosso sbaglia in fase di impostazione. Ne approfitta Valente che intercetta palla a centrocampo e s’invola verso la porta di Avella. Grande spunto che si conclude con un bel sinistro al quale si oppone prontamente il portiere casertano.

Alla mezz’ora viene fuori la squadra di Guidi. Ben tre occasioni vedono i padroni di casa andare vicini al gol tra il 32′ ed il 38′ ma in nessuna di queste i rossoblù trovano lo specchio della porta da buona posizione. È il preludio al gol che accorcia le distanze. Al 44′ grande giocata di Pacilli che di tacco libera Hadziosmanovic sul fondo. Cross teso che trova la testa di Cuppone che da pochi centrimetri insacca. I padroni di casa però, devono fare ancora i conti con Lucca. L’attaccante classe 2000 dimostra che ci sa fare anche con i piedi e non solo di testa. Il Palermo sbuca ancora dalla destra, stavolta è Santana a crossare basso per la punta rosanero. Con un tocco rapido il giovane attaccante beffa Avella in uscita bassa.

Casertana – Palermo, il secondo tempo della gara

La ripresa si apre con due novità in casa Palermo. Filippi toglie Luperini ed Odjer dopo pochi minuti perché ammoniti, dando spazio a Marconi e Broh. L’ex Monza si piazza in difesa con Palazzi che si alza sulla linea dei centrocampisti.

Il primo sussulto del secondo tempo arriva al 55′ sui piedi di Pacilli. Il casertano fa partire un sinistro dal limte dell’area ma il pallone finisce sopra la traversa. Al 65′ invece, si fa vedere il Palermo con uno schema da calcio d’angolo che vede Santana alzare il pallone al limite dell’area per Almici. Destro fuori.

Gli ospiti vanno vicini al poker al 73′ quando Kanoute guadagna il fondo sulla destra. Cross basso per l’accorrente Rauti il cui destro a colpo sicuro deve fare i conti con i guanti di Avella che gli negano il gol.

All’87’ Maranesi decreta un calcio di rigore per il Palermo dopo uno scontro in area. Dal dischetto si presenta Kanoute che calcia il pallone sul palo, con Avella che aveva comunque intuito il lato del tiro. È l’inizio di un finale rocambolesco. Dopo appena un minuto Almici si rende protagonista di un’entrataccia su Rillo. Per l’arbitro è rosso diretto. La Casertana si riversa subito in attacco e confeziona il gol che riapre la partita. Protagonisti sono i due nuovi entrati Matos e Buschiazzo. Il primo prepara il piatto, il secondo si serve e mette il pallone in fondo al sacco trovando il primo gol stagionale. Ma non basta. La vittoria è degli ospiti. La Casertana si sveglia troppo tardi.

Casertana – Palermo, il tabellino

CASERTANA (4-2-3-1): Avella, Hadziosmanovic (85′ Rillo), Carillo, Ciriello, Del Grosso (85′ Buschiazzo); Matese, Varesanovic: Cuppone, Pacilli, Longo (57′ Matos); Rosso. A disp.: Dekic, Zivkovic, Izzillo, De Vivo, De Lucia, Polito. All.: Guidi

PALERMO (3-4-2-1): Pelagotti, Accardi, Palazzi (75′ Martin), Somma; Almici, Odjer (48′ Marconi), Luperini (49′ Broh), Valente; Santana (66′ Kanoute), Floriano (66′ Rauti); Lucca. A disp.: Fallani, Crivello, Saraniti, Silipo, Lancini, Peretti, Kanoute, Broh, Rauti, Marong. All.: Filippi

ARBITRO: Maranesi di Ciampino

Assistenti: Vettorel – Rizzotto

IV Uomo: Petrella

MARCATORI: 2′ Lucca (P), 13′ Lucca (P), 44′ Cuppone (C), 46′ pt Lucca (P), 91′ Buschiazzo (C)

AMMONITI: Cuppone, Varesanovic (C), Luperini, Odjer, Martin (P)

ESPULSO: 89′ Almici (P) per fallo duro su Rillo

NOTE: all’87’ Kanoute (P) sbaglia un calcio di rigore

Potrebbe interessarti

Polemiche Benevento, Inzaghi al Club di Sky: “Voglio retrocedere con errori miei non degli altri”

Continua la lunga scia di polemiche scaturite dallo scontro salvezza tra Benevento e Cagli…