Determinato e coerente; questo descrive un uomo di sport, un uomo di campo. Il direttore ex Frattese, Carlo Cristarelli, al “Corriere del Pallone” fornisce la sua versione dopo aver rassegnato le dimissioni dal club all’indomani dell’esonero di mister Ciro Amorosetti. Un vero ‘terremoto’ ha investito i nero stellati, con un doppio colpo in uscita, degno di nota. “ Ultimamente giocavamo con molta pressione addosso. Avevamo l’onere di far risultato praticamente in ogni partita. La squadra già dopo la trasferta di Marcianise, soffriva gli effetti di un sotteso ultimatum, e questo ci ha tolto serenità. La Frattese era e resta un’ottima squadra, ma non è quella che ha l’obbligo di vincere il girone di Eccellenza. La decisione di lasciare la mia carica nasce da una non condivisione di alcuni aspetti, compreso l’esonero del mister, che è un grandissimo professionista e una persona come poche. I miei progetti futuri? Mi rimetto in gioco solo davanti ad un progetto per il quale vale la pena esserci”.

intervista a cura di Francesco Camerlingo

Potrebbe interessarti

Carlo Ancelotti, oggi a Londra per chiudere con l’Everton

di Francesco Camerlingo  Niente Arsenal per Carlo Ancelotti. Il mister di Reggiolo volerà …