Campania zona gialla: calcetto, sport, piscine. Cosa si può e cosa non si può fare

- Advertisement -

Da lunedì 17 gennaio la Campania tornerà in zona gialla. L’aumento dei contagi e delle terapie intensive ha costretto il governatore Vincenzo De Luca ad alzare bandiera bianca. Il Ministro Roberto Speranza, ieri, ha firmato l’ordinanza che introdurrà alcune limitazione anche nel campo sportivo oltre che nel campo sociale. Vediamo i dettagli.

DOVE È POSSIBILE SVOLGERE ATTIVITÀ MOTORIA E SPORTIVA?

È consentito svolgere attività motoria all’aperto nel rispetto delle norme di distanziamento e senza alcun assembramento.

L’attività sportiva di base individuale, di squadra e di contatto può essere svolta nei parchi pubblici e privati, nelle aree attrezzate all’aperto ed al chiuso, negli spazi all’aperto ed al chiuso di centri e circoli sportivi, pubblici e privati del proprio Comune o, nel rispetto delle disposizioni relative agli spostamenti, di un altro Comune, in conformità con quanto previsto dalle “Linee Guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere” (allegati 4 e 6) emanate dall’FMSI.

Inoltre, a far data dal 10 gennaio 2022, l’accesso, al chiuso e all’aperto, a servizi e attività di piscine, centri natatori, palestre, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, di cui all’articolo 6, nonché agli spazi adibiti a spogliatoi e docce, con esclusione dell’obbligo di certificazione per gli accompagnatori delle persone non autosufficienti in ragione dell’età o di disabilità, è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi COVID-19 che dovranno essere controllate dai titolari o gestori dei servizi e delle attività definendo delle misure organizzative per il controllo del possesso delle certificazioni verdi previste dalla norma.

È CONSENTITA L’ATTIVITÀ SPORTIVA NEI PARCHI PUBBLICI O PRIVATI?

Salvo diverse disposizioni più restrittive emanate dalla autorità locali e nel rispetto del divieto di assembramento, negli orari previsti dalla norma per gli spostamenti in genere, è consentito svolgere attività sportiva, anche amatoriale, di squadra e di contatto, o attività motoria all’aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ove accessibili, nel rispetto di quanto previsto dalle “Linee Guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere” emanate dal Dipartimento per lo sport. Inoltre è possibile utilizzare gli spazi esterni delle palestre per attività sportive organizzate.

I CENTRI TENNIS E PADEL AMATORIALI PROSEGUONO?

Il tennis e padel potranno continuare, nel rispetto di quanto previsto dalle “Linee Guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere” emanate dal Dipartimento per lo sport.

COME FUNZIONA PER LE PISCINE?

E’ consentito svolgere attività sportive presso piscine pubbliche e private all’aperto e al chiuso secondo le modalità previste nella FAQ 1 e nel rispetto di quanto previsto dall’allegato 5 delle “Linee Guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere” emanate dal Dipartimento per lo sport.

COME FUNZIONA PER IL CALCETTO, LE SCUOLE CALCIO E ALTRI SPORT DI SQUADRA?

Per gli sport di squadra e di contatto e gli allenamenti nei centri sportivi è possibile svolgere attività motorie e di sport di base di contatto e di squadra, anche amatoriali, all’aperto e al chiuso presso centri sportivi e circoli, secondo le modalità indicate dalle “Linee Guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere” emanate dal Dipartimento per lo sport ed al chiuso secondo le normative di utilizzo ed accesso solo con GREEN PASS.

COME FUNZIONA PER YOGA, GINNASTICA, PESCA SPORTIVA E DANZA?

Le attività di yoga e pilates, come ogni altra attività motoria, possono essere svolte all’aperto e al chiuso, in parchi pubblici e privati, e aree attrezzate, o presso centri o circoli sportivi secondo le modalità indicate nel rispetto delle “Linee Guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere” emanate dal Dipartimento per lo sport, sentita la Federazione medico sportiva italiana (FMSI).

Per i centri di danza è possibile svolgere attività anche all’interno di luoghi al chiuso, secondo le modalità indicate e nel rispetto di quanto previsto dall’allegato 6 delle “Linee Guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere” emanate dal Dipartimento per lo sport, sentita la Federazione medico sportiva italiana (FMSI).

Altresì è consentita la pesca sportiva.

È CONSENTITO L’USO DELLE DOCCE?

A far data dal 10 gennaio 2022, l’accesso agli spazi adibiti a spogliatoi e docce è riservato ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi COVID-19 nonché alle persone di età inferiore ai dodici anni e ai soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti  con  circolare  del  Ministero della salute, nel rispetto di quanto indicato all’interno delle Linee guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere, con esclusione dell’obbligo di certificazione per gli accompagnatori delle persone non autosufficienti in ragione dell’età o di disabilità.

Per quanto riguarda l’uso delle docce, si sottolinea ulteriormente l’importanza del ricambio d’aria e della pulizia e disinfezione che deve essere garantita regolarmente nel corso della giornata.

FONTE: DIPARTIMENTO SPORT

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

Calendario 2021-22: Serie A, Serie B, Serie C, Serie D

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.

P