Come annunciato dal governatore  De Luca, la Campania quasi sicuramente  diventerà zona arancione dalla prossima settimana. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa cambia e le regole da seguire:

Campania: le regole della zona arancione

Spostamenti

Rispetto alla zona rossa sarà possibile spostarsi senza autocertificazione dalle ore 5 alle 22 all’interno del proprio comune mentre per spostamenti dovuti a motivi di salute, di necessità e di lavoro resta l’obbligo dell’autocertificazione. È consentito il rientro presso la propria abitazione, domicilio o residenza

Visite

Cambia anche la questione visite, in zona arancione è infatti consentito far visita ad un parente o un amico massimo una volta al giorno. Lo spostamento è consentito massimo a due persone ( esclusi minori di 14 anni, disabili e persone non autosufficienti)

Seconde case

È possibile recarsi nelle seconde case a menochè nella regione in cui ci reca non ci sia un divieto. Lo spostamento è possibile farlo solo dal nucleo famigliare e solo se la casa non è abitata ed inoltre sarà possibile recarsi solo se il proprietario o affittuario ha acquistato o affittato la casa prima del 14 Gennaio 2021

Ristoranti e Bar

Come spiegato dal governatore De Luca, nell’arco di qualche settimana chi dimostrerà di essersi vaccinato potrà consumare ai tavoli dei ristoranti. È ancora tutta in evoluzione la questione orari poichè De Luca vorrebbe posticipare la chiusura dei proprietari dei ristoranti verso la mezzanotte. Ricordiamo che in zona arancione è possibile la consegna a domicilio senza limiti di orario mentre l’asporto è consentito solo fino alle 22:00 ma vietata per i gestori di locali di bar senza cucina ( CODICE ATECO 56.3)

Parrucchieri, negozi, barbieri, estetisti

Possono riaprire i parrucchieri, i barbieri, i centri estetici e i negozi al dettaglio.

Scuole

In zona arancione le attività scolastiche si svolgeranno in presenza per quanto riguarda le scuole materne, le elementari e le medie oltre che i nidi mentre per i licei ci sarà una forma mista con una percentuale in presenza compresa tra il 50 e il 75 % mentre il restante continuerà la didattica a distanza. Nelle ultime settimane abbiamo visto molti comuni del territorio campano chiudere le scuole ed in tal senso saranno necessari ulteriori aggiornamenti per capire bene la situazione

Sport

Restano ancora chiuse palestre e piscine mentre si può fare sport all’aperto compresa l’attività di base. È possibile recarsi in un comune limitrofo se quello di appartenenza non ha impianti sportivi ( come ad esempio il TENNIS). Inoltre è possibile correre anche aldifuori del proprio comune di resIdenza

 

Potrebbe interessarti

Levante – Barcellona 3-3: video sintesi, goal e highlights da YouTube

Rimonta beffarda quella che ha visto vittima il Barcellona di Koeman ai danni del Levante …