Campania, è allarme movida: torna la violenza tra ragazzini

- Advertisement -

Se da un lato la Campania può sorridere grazie al fatto che la curva dei contagi in questi ultimi giorni stia scendendo, dall’altro piange piange per gli assembramenti e la violenza che torna a delinquere nei ragazzini

Movida in Campania: tornano gli assembramenti e la violenza

In migliaia hanno assembrato le piazze del centro storico, del lungomare di Mergellina e di Via Chiaia con le forze dell’ordine che sono intervenute ed hanno multato decine e decine di giovani. A Miano un ragazzino 16 enne ha ferito con un coltello un suo coetaneo per una futile lite. Il giovane colpito ha riportato i segni della violenza ad un braccio e un fianco mentre il colpevole è stato denunciato alle forze dell’ordine

A Marechiaro multate 27 persone per essersi intrattenute all’interno di un ristorante. A Bagnoli dopo una segnalazione degli abitanti per dei schiamazzi notturni è intervenuta una pattuglia che ha trovato un uomo intento a esplodere 10 batterie di fuochi d’artificio per festeggiare la comunione della nipote. Il 31 enne, già con piccoli precedenti, è stato denunciato. Anche i carabineri hanno avuto il loro lavoro da fare visto che in zona Largo San Giovanni Maggiore, adiacente all’università Orientale, hanno dovuto far sgomberare ben 500 ragazzini, con uno di questi, in evidente stato di ebbrezza, denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale

A Pozzuoli invece 150 ragazzini sono stati sorpresi mentre facevano un aperitivo sulla spiaggia di un lido. Immediato l’arrivo dei carabinieri che hanno fatto disperdere la comitiva e multato i gestori del locale

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

Speciale Europei

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.

P