Calciomercato: la resa dei conti per Icardi, Milik e Higuain

- Advertisement -

C’è un giro di attaccanti spaventoso. Di quelli che possono generare un effetto domino. La sensazione è che dopo Icardi si muoveranno tutti. In fila. Uno alla volta.

Proprio Maurito può aprire i giochi. L’Inter lo vende dopo averlo mortificato. Il bomber si allena da solo, non fa parte dei piani ma soprattutto della vita della squadra nerazzurra. La sensazione è che Antonio Conte abbia solo eseguito gli ordini aspettando una contropartita valida.

Tra le pretendenti a Icardi il Napoli più di tutte appare in pole position. Ma c’è anche la Juventus. L’Inter, per il gelo che c’è tra Marotta e Paratici, preferirebbe che l’argentino vestisse la casacca degli azzurri.

Se arriva Icardi, però, parte Milik. E il Napoli si priverebbe così di un calciatore che ha un’altissima media realizzativa, ma anche una carrellata di critiche per il suo stile di gioco da una parte della tifoseria. Il Betis Siviglia è l’opzione.

Ma se da un lato Milik appare bloccato dall’eventuale arrivo di Icardi (l’alternativa resta Pepè del Lille), anche sul versante Juventus bisogna aspettare.

In stand-by alla Continassa c’è Gonzalo Higuain. Ha la possibilità di giocare con Sarri ma non rientra nei piani del club. L’attaccante argentino, ha vissuto tra Milan e Chelsea la scorsa stagione, potrebbe passare alla Roma. Non è una cosa della quale ha voglia, considerando che ha appena preso casa a Torino, dove vuole restare con Sarri, convinto di poter esprimersi. 

Un giro incredibile, quindi, di attaccanti che ruota tutto intorno a Mauro Icardi, simbolo di un’Inter partita con la grande rifondazione.

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

Speciale Europei

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.

P