Dallo scorso 1° giugno sono entrate in vigore le nuove regole nel calcio. Queste nuove normative sono state approvate dalla 133esima riunione della International Board of Fifa e partono dai Mondiali Under 20. Fino al 25 giugno sono valide solo per le competizioni Fifa, con l’avvio del primo turno preliminare di Champions League, si estenderanno anche le competizioni Uefa.

Le novità riguarderanno nello specifico:  il fallo di mano, la barriera nei calci di punizione, il rinvio dal fondo, la posizione del portiere durante i rigori, i cartellini per gli allenatori, la palla a due, i cambi e l’arbitro.

Per il fallo di mano

Con la nuova normativa sarà sempre punito ogni tocco di palla se il braccio sarà all’altezza delle spalle o sopra la linea delle stesse e in ogni caso ogni volta in cui il braccio sarà più largo del corpo e in posizione innaturale.
La novità è che ogni  gol segnato con un tocco di mano, anche involontario, sarà annullato.

Gli attaccanti durante i calci di punizione

Durante la battuta dei calci di punizione, gli attaccanti dovranno stare ad almeno un metro dalla barriera avversaria in qualsiasi direzione. Tutto questo per evitare comportamenti anti-sportivi.

Rimessa dal fondo

Il portiere  potrà passare il pallone al compagno all’interno della stessa ma l’attaccante avversario potrà intervenire non appena verrà effettuato il primo tocco.

Calci di rigore

Il portiere con le nuove regole,  potrà spostare un piede oltre la linea di porta. Il Var però potrà intervenire e far ripetere il rigore in caso di parata se entrambi i piedi dovessero risultare oltre la linea di porta al momento della battuta.

Cartellini per gli allenatori

Con le nuove norme, vengono introdotti i cartellini gialli anche per gli allenatori. E dopo l’ammonizione può scattare l’espulsione.

Sostituzioni più rapide

I calciatori dovranno uscire dal campo nel punto più vicino, tutto questo per evitare la perdita di tempo nelle sostituzioni. Sopratutto nei minuti finali.

Arbitro escluso dal gioco

Nel caso in cui, il tocco dell’arbitro favorisca un gol o un assist, il gioco sarà fermato. In area la palla andrà sempre al portiere.

Vantaggio e doppio cartellino

Sarà possibile battere subito il fallo per far sì che il vantaggio si concretizzi realmente. Una volta terminata l’azione, l’arbitro recupererà il cartellino, giallo o rosso.

Niente più palla a due

L’arbitro consegnerà la palla a chi deve giocarla e l’avversario dovrà tenersi a una distanza di quattro metri.

Svirgolata del portiere

Se il portiere, giocando il pallone coi piedi su retropassaggio, lo svirgola, può rientrarne in possesso senza che sia più calcio di punizione indiretta.

Calcio d’inizio

La squadra che vince il sorteggio potrà scegliere se giocare il pallone o il campo, mentre in precedenza si poteva soltanto scegliere il campo.

Esultanze

Un cartellino giallo ricevuto per un’esultanza scorretta resta anche se il gol viene annullato.

Potrebbe interessarti

Il talentuoso Anthony Capuano approda in un prestigioso club di serie D

MONTE DI PROCIDA. Nell’universo del calcio giovanile brilla un nuovo promettente cal…