RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Telese Terme, per noi cittadini della Campania; bella e ridente cittadina termale, famosa per la caratteristica acqua sulfurea, per il lago e per le serate danzanti nello stupendo Parco Termale.Ma per gli amanti dello sport, per gli amanti del calcio, sentire la voce Telese, subito si pensa alla Scuola Calcio Valle Telesina, la gloriosa Società Sportiva che in quest’anno compie i suoi 30 anno di attività.

La creatura del compianto Ubaldo Mainolfi, uomo dai forti valori educativi e formativi, ha una lunga storia nel mondo del calcio, tutti gli addetti ai lavori provenienti da questa splendida zona della regione, hanno un legame con la Valle Telesina.

Pensiamo al dottore Alfonso De Nicola (che proprio in questi giorni ha ufficializzato il suo addio al Napoli ndr ) è stato oltre ad un consulente medico negli anni 90 della società, ha vissuto da genitore la scuola calcio, sempre nello staff Napoli SSC il fisioterapista Buono Massimo è stato atleta e poi tecnico della Scuola Calcio;
il dottore Ferdinando Iannotti oggi medico Figc per le nazionali femminili ha militato dai Pulcini agli Allievi per poi dedicarsi alla medicina; a Saby Mainolfi, responsabile del settore giovanile della SS Juve Stabia, (appena fresco di prolungamento al 2022 ndr).

Pensiamo ad Enrico Maria Amore, ex calciatore di tante società professioniste e ora docente di corsi Figc a Coverciano, ha mosso i primi calci nella Sc Valle Telesina; pensiamo a Nicola Ciotola altro calciatore di spessore che ha indossato la maglia della Scuola Calcio, tanti altri famosi: Francesco Scarpa, Nazareno Tarantino, Emanuele Troise, Felice Rea, Vincenzo Chianese, Vincenzo Maresca da ragazzini hanno indossato la maglia telesina nei Tornei e negli stage che l’amico Ubaldo organizzava in giro per l’Italia.

Negli ultimi anni la Scuola Calcio ha continuato incessantemente il suo lavoro, riconosciuta Scuola Calcio Èlite dal 2011-12 ad oggi, Brignola, Volpe e in ultimo Stallone hanno indossato i colori societari e hanno successivamente esordito nei professionisti e tutt’oggi sono in società di A e B, altri ragazzini sono dislocati nei settori giovanili professionisti di Juve Stabia, Benevento, Casertana, Napoli.

1989-2019, 30 anni di attività, che hanno visto generazioni di ragazzini diventati oggi uomini, divertirsi e allontanarsi dalle insidie della società moderna.

Potrebbe interessarti

Il Pomigliano inciampa nella trasferta contro il Poggiomarino

SANT’ANTONIO ABATE. Il Pomigliano viene sconfitto nella trasferta contro il Real Poggiomar…