Il Presidente del Consiglio Mario Draghi è intervenuto oggi in conferenza stampa e ha fissato i primi obiettivi per una graduale riapertura.

Le date

La prima è il 26 aprile. Da quel momento saranno ripristinate le zone gialle e l’allentamento delle restrizioni varrà solo per quelle regioni che saranno proprio in questa zona. Via libera al calcetto, calcio a 5, basket e sport di contatto, rigorosamente all’aperto.

Dal 15 maggio invece riapriranno le piscine all’aperto e dal 1 giugno tutte le attività collegate alle palestre.

Nuova prospettiva sui fattori di rischio degli sport di contatto

Fino ad ora gli sport di contatto sono stati considerati degli elevati fattori di rischio. Per arrestare il contagio, sono stati tra i primi sacrificati all’altare dell’indice RT, ma nuovi studi dall’Irlanda ribaltano la situazione, ridimensionando il problema. Lo studio in questione ha dimostrato che solo un contagio su 1000 avviene all’aperto, i dati sono stati talmente incoraggianti che lo sport amatoriale è stato subito sbloccato.

Serve un percorso di gradualità che ci consentirà di monitorare l’andamento” afferma il Ministro della Salute Speranza, intervenuto insieme al Presidente del Consiglio Draghi in conferenza stampa. Massima cautela, quindi, per evitare ulteriori ricadute.

In conclusione, una grande vittoria e il ritorno di uno dei passatempi più amati e salubri per gli italiani, ovviamente nel rispetto di tutte le linee guida dettate dal Governo.

Potrebbe interessarti

Fiorentina 0-2 Napoli | cronaca e highlights della partita

Doveva arrivare una vittoria e gli Azzurri non hanno tradito le attese. La squadra di Gatt…