Dopo il Principe Carlo anche il primo ministro britannico Boris Johnson è risultato positivo al Covid-19. Il Premier avrebbe sviluppato al momento “lievi sintomi” ed è ora in autoisolamento, così come annunciato dallo stesso numero uno britannico su Twitter:” Nelle ultime ore ho sviluppato sintomi leggeri e sono risultato positivo al tampone. Sono ora in autoisolamento, ma continuerò a guidare la risposta del governo in video-conferenze nel corso della nostra lotta al virus”.

Due settimane fa avevano suscitato scalpore le seguenti dichiarazioni del primo ministro riguardo il virus:” Il 60% dei britannici dovrà contrarre il virus per sviluppare l’immunità di gregge“. E ancora quando diceva di “stringere le mani a chiunque gli passasse a tiro”. Qualche giorno dopo, invece, una vera e propria inversione di marcia:”Se troppe persone si ammalano contemporaneamente, il servizio nazionale generale non potrà gestire la situazione. E’ vitale rallentare la diffusione del contagio”.

E intanto in tutto il Regno Unito continua a diffondersi il virus, a ieri i casi accertati erano 11.658 e i morti 578. In particolare gli ospedali britannici sarebbero in emergenza, con un aumento repentino dei pazienti gravi accorsi nei pronto soccorso.

Potrebbe interessarti

Serie A, la proposta della Lega: si riparte il 13 giugno

C’è finalmente una data. La proposta avanzata dalla Lega Calcio al Governo comprende…