Oreste Vigorito, presidente del Benevento, ha commentato la situazione che sta vivendo il calcio italiano, in particolare il campionato di Serie B, dopo lo scoppio dell’emergenza Coronavirus. Tanti dubbi per il numero uno dei sanniti emersi nei giorni scorsi riguardo i possibili scenari della cadetteria. Di seguito le sue parole riportate dall’edizione odierna di TuttoSport:

“Non vi è dubbio che, dopo l’assemblea, il Benevento può stare più tranquillo: è stato auspicato che si possa riprendere al più presto l’attività con la massima garanzia della salute di tutti, stabilendo al contempo di attuare ogni azione possibile per portare al compimento il campionato secondo la formula prevista dal regolamento. Abbiamo unanimemente deciso che, appena la situazione Coronavirus lo consentirà, organizzeremo un calendario in maniera da completare play off e play out entro il 30 giugno, essendo una facoltà della Lega. Qualora tale data dovesse essere sforata, sarebbe necessaria una deroga da parte della FIGC. Questo è il dilemma, ma abbiamo pure notizie fondate che l’Uefa starebbe immaginando un rinvio degli Europei all’anno prossimo, il che ci consentirebbe di andare anche oltre il 30 giugno. Ad ogni modo debbo riconoscere che le stesse squadre di B, quando parlano del Benevento, di ipotesi cristallizzazione della classifica o altri, i presidenti ci stanno esprimendo grande solidarietà, ammettendo che il Benevento è virtualmente in Serie A. Sarebbe assurdo farci disputare i play off, magari perdere con l’ottava in classifica e non essere promossi pur avendo concluso il campionato 30 punti avanti”.

Potrebbe interessarti

Napoli, Mertens: “Con De Laurentiis è come stare sulle montagne russe. Vi racconto cosa mi ha spinto a restare qui…”

MERTENS NAPOLI – Intervistato dal quotidiano Il Mattino, Dries Mertens ha rilasciato…