CITTADELLA: Il Benevento si conferma bestia nera del Cittadella, e si aggiudica una partita fondamentale per la corsa alla Serie A. Quello del Tombolato di ieri sera, era il 4 confronto tra le due squadre quest’anno (dopo le 2 di campionato e 1 in Coppa Italia) e valeva l’andata delle semifinali Playoff.

IL RIASSUNTO DEL MATCH

La gara inizia col vantaggio dei padroni di casa, con Proia abile a sfruttare una mischia in area al 10′. Nel primo tempo da segnalare un palo di Coda(B) in avvio, e una bella parata di Paleari(C) su un tiro di Viola(B). Lo stesso Proia però, rimedia ingenuamente il secondo giallo ad inizio ripresa, lasciando così i suoi in inferiorità numerica. Il Benevento sfrutta allora il vantaggio numerico, soprattutto grazie all’ingresso in campo di Insigne. Il fantasista cambia la partita: prima è lesto a leggere e intercettare un retropassaggio al portiere, siglando facile facile il pari al 76′, poi in assolo inventa un cross al bacio per la testa di Coda che ribalta il punteggio all’83’. Nel finale si resta 10 contro 10 per l’espulsione di Armenteros.

LE PAROLE DI BUCCHI

Nel post gara, c’ha pensato il tecnico a frenare l’entusiasmo e tenere i piedi per terra. Intervistato a “OttoChannel” ha dichiarato: “Non abbiamo fatto ancora niente. È sicuramente una vittoria importantissima ma io la chiudo qua, sto già pensando a sabato e l’ho detto ai miei giocatori. È stata una partita difficile su un campo dove tutte le squadre hanno sofferto tanto, e credo che forse stasera per la prima volta il Cittadella sia stato in grande difficoltà.”

Il mister prosegue, ritenendosi comunque soddisfatto soprattutto del pressing e dell’approccio nella ripresa dei suoi, che hanno dimostrato carattere nel ribaltare il risultato, e ha strigliato Armenteros per l’ingenuità nel finale.

Stasera ci sarà l’andata dell’altra semifinale tra Verona e Pescara (ritorno Domenica ore 21.00), mentre Sabato al Vigorito, si giocherà il ritorno tra Benevento e Cittadella.

IL TABELLINO

CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari, Ghiringhelli, Frare, Adorni, Rizzo, Branca (64′ Pasa), Iori, Proia, Schenetti (89′ Bussaglia), Finotto, Moncini (68′ Diaw).

A disposizione:  Benedetti, Camigliano, Cancellotti, Drudi, Maniero, Panico, Parodi, Scapini, Siega.

All. Roberto Venturato

BENEVENTO(4-3-1-2): Montipò; Letizia, Volta, Caldirola, Maggio, Bandinelli (76′ Buonaiuto), Tello, Viola, Ricci (61′ Insigne), Armenteros, Coda.

A disp: Antei, Costa, Crisetig, Del Pinto, Di Chiara, Gori, Gyamfi, Improta, Tuia, Vokic.

Allenatore: Cristian Bucchi

MARCATORI: 10′ Proia (C), 76′ Insigne (B), 83′ Coda (B)

AMMONITI: 6′ Proia (L), 60′ Tello (B), 78′ Buonaiuto (B)

ESPULSI: 50′ Proia (L), 88′ Armenteros (B)

ARBITRO: Davide Ghersini di Genova
ASSISTENTI: Assistenti Scatraglia di Arezzo e Pagnotta di Nocera                                                                                          4° UOMO: Dionisi di L’Aquila                                                                                                                                                      VAR: Di Paolo di Avezzano e Rapuano di Rimini

Potrebbe interessarti

Benevento: Ufficiale, Sau è giallorosso!

Il Benevento ha deciso di non aspettare, e di prepararsi al meglio per la stagione 2019-20…