Il Benevento dei miracoli non completa l’ennesima impresa. Gli uomini di Pippo Inzaghi non riescono a fermare la veemenza della fase offensiva dell’Atalanta. Pesante sconfitta al Vigorito dove la formazione di Gasperini cala il poker.

Più di un’ora in partita poi l’Atalanta penetra il fortino giallorosso

L’Atalanta tiene il pallino del gioco, pressa, crea azioni da gol a ripetizione. Il Benevento prova a contenere le giocate di Ilicic, la forza fisica di Zapata, le continue corse, sovrapposizioni ed inserimenti di Hateboer e Gosens, le sortite offensive di Toloi e Palomino. E le Streghe riescono anche a contenere l’imponente offensiva orobica per oltre un’ora. Alla solita compattezza della formazione giallorossa si aggiungono le parate di Montipo’, senza disdegnare le ripartenze alla volta della porta di Gollini.

Agli ospiti serve mezz’ora per infilare il fortino sannita. Al 30′ arriva il gol del vantaggio di Ilicic che porta in vantaggio l’Atalanta. Bellissima l’azione personale dello sloveno che intercetta il pallone su un disimpegno sbagliato della retroguardia beneventana. L’ex Palermo semina il panico, supera mezza difesa, ma ha bisogno comunque di una deviazione per battere Montipo’. Dopo pochi minuti lo stesso Ilicic va vicino al raddoppio ma il palo gli nega la gioia della doppietta. E così il primo tempo si chiude col vantaggio di misura per gli ospiti.

Nella ripresa i padroni di casa hanno il piglio di chi vuole recuperare il match. Ci riescono al 50′ quando il giovane Pastina, appena entrato per Foulon, crossa dalla sinistra pescando Sau tutto solo e che in spaccata batte Gollini da pochi passi. Match in equilibrio con il Benevento che in certi frangenti pare possa addirittura tentare il colpaccio. Invece l’Atalanta tra il 69′ ed il 71′ rifila un uno-due a Montipo’ che chiude la partita. Prima Toloi trova il gol del nuovo vantaggio nerazzurro ribadendo in rete una respinta del portiere giallorosso. Poi Zapata si fa trovare pronto sul cross di Ilicic che va solo spinto in fondo al sacco. Il colombiano lascia poi il posto al connazionale Muriel, in quella che sta diventando sempre più una vera e propria staffetta. Come quasi sempre accade l’ex attaccante del Lecce trova la via del gol. Il gol del quattro a uno è un capolavoro di Muriel, che calcia a giro dal limite dell’area mettendo il pallone nel sette.

Benevento – Atalanta | Gol e spettacolo al Vigorito da rivedere nel video YouTube

Terza vittoria consecutiva per l’Atalanta, la sesta nelle ultime nove partite in cui Gasperini è imbattuto. Tre punti che ricollocano i bergamaschi in zona Champions in attesa che scendano in campo Juventus, Sassuolo e Napoli. Per il Benevento una sconfitta preventivabile e quasi indolore. Inzaghi rischia solo di essere scalzato dalla Sampdoria al decimo posto, qualora Ranieri vincesse il derby ligure con lo Spezia nel Monday Night.

Benevento – Atalanta | Il tabellino

BENEVENTO – ATALANTA 1-4

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipo’, Maggio, Gli, Barba, Foulon (46′ Pastina); Dabo (58′ Hetemaj), Schiattarella, Ionita (80′ Del Pinto); Improta, Sau (58′ R. Insigne); Lapadula (58′ Di Serio). A disp.: Lucatelli, Manfredini, Basit, Masella. All.: F. Inzaghi

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini, Toloi, Romero, Palomino; Hateboer, De Roon, Freuler (87′ Depaoli), Gosens (73′ Mahele); Ilicic (87′ Miranchuk), Pessina (63′ Malinovsky); Zapata (73′ Muriel). A disp.: Sportiello, Rossi, Caldara, Djimsiti, Ruggeri, Sutalo. All.: Gasperini

ARBITRO: Manganiello di Pinerolo

Assistenti: Villa – Mokhtar

IV Uomo: Camplone

VAR: Calvarese – Longo (AVAR)

MARCATORI: 30′ Ilicic (A), 50′ Sau (B), 69′ Toloi (A), 71′ Zapata (A), 86′ Muriel (A)

AMMONITI: Foulon, Lapadula, Dabo (B); De Roon, Palomino (A)

Potrebbe interessarti

Lazio – Roma 3-0 | Video sintesi, gol e highlights da YouTube

Una Lazio pressoché perfetta domina il derby capitolino e surclassa la Roma con un netto 3…