Poteva essere l’occasione giusta per controvertire la tendenza delle ultime settimane. Purtroppo non è stato così: l’Avellino di Ignoffo pareggia al Partenio-Lombardi contro l’ultima classificata Rende.

L’amarezza diventa ancor più acuta se si pensa che nella ripresa i Lupi hanno fallito un calcio di rigore con Di Paolantonio.

La cronaca

Che l’Avellino sentisse il peso del “tutto da perdere” si è capito sin da subito. I primi venti minuti infatti, non vedono particolari azioni, né da una parte né dall’altra.

La prima vera chance capita addirittura agli ospiti con Scimia, il cui tiro termina fuori.

L’Avellino è sì padrone del campo con Di Paolantonio che gestisce il gioco biancoverde, ma non riesce mai ad affondare il colpo. Un paio di conclusioni con Morero ed Alfageme, ma nulla di realmente concreto intorno alla mezz’ora di gioco.

Clamorosa un contropiede al 37’ in cui De Marco spreca malamente una netta superiorità numerica.

Si va al riposo con un Avellino frustrato.

La ripresa

Ad inizio ripresa l’occasione d’oro per sbloccare la partita: Germinio commette fallo su Rossetti in area. Dal dischetto Di Paolantonio si fa ipnotizzare da Savelloni che respinge il tiro.

La delusione per l’occasione sprecata frena l’Avellino, che non riesce più a pungere.

Succede di tutto a cinque minuti dalla fine. Prima il Rende colpisce una traversa con Ndaye, sul ribaltamento di fronte pareggia il conto dei legni Charpentier che prende il palo.

Nulla da fare, l’Avellino spreca una ghiotta occasione per ribaltare lo scarso rendimento in termini di risultati delle ultime giornate. Ma nemmeno la partita casalinga contro l’ultima classificata ha permesso ad Ignoffo di rialzarsi.

Allenatore in forte discussione

Nonostante un’ottima partenza sembrano già essersi esauriti i bonus a disposizione di Ignoffo.

Un solo punto nelle ultime quattro partite di cui tre in casa, risulta uno score troppo misero. Le prossime ore saranno decisive per le sorti del tecnico biancoverde.

Potrebbe interessarti

Napoli – Genoa 0-0: Insigne irritante, Di Lorenzo ci prova. Le pagelle della gara

Ospina 6 Normale amministrazione per il portiere azzurro. I pochi pericoli del Genoa non p…