di Domenico Oione 

Il trainer della squadra biancoverde, esterna tutte le sue preoccupazioni per la fase di partenza preparatoria riguardante un collettivo non ancora completo, per cui il lavoro da svolgere non corrisponde ancora a pieno all’esigenza prefissata.

C’è stata una partenza con pochi elementi in campo, per lo più giovani, che non corrisponde a quanto stabilito  in vista del ritiro a Sturno.

Quindi, il mister è impossibilitato ad attuare un programma di sperimentazione riguardanti schemi e calciatori d provare nei vari reparti, il che restringe abbastanza il campo d’azione della fase preparatoria a pochi giorni della ripresa di campionato.

Molto ha giocato su questo, a partire dalle diverse dritte datesi dalla società e che prevedevano delle restrizioni sulle spese da sostenere, per far fronte a situazioni  come ad esempio: i lavori per il progetto settore giovanile e i lavori del Partenio-Lombardi.

A seguito di tale situazione incresciosa, che mette in difficoltà la persona del mister Braglia, c’è da considerare il grande sforzo del DS Salvatore Di Somma nell’assicurare in tempi record, il portiere Forte ei difensori Miceli e Rocchi, ottimi elementi sul mercato.

Il portiere Forte è proveniente dalla Carrarese e i difensori, Miceli arriva dalla Sambenedettese e Rocchi dalla Cavese. In aggiunta, c’è l’arrivo del centrocampistaBruzzo che ha mostrato le sue qualità tecniche con la squadra del Pontedera.

Insomma pian piano, si dirada la nube di una ripresa, e a pieno ritmo.

Potrebbe interessarti

Fantacalcio, le 5 rivelazioni del finale di stagione: riecco Dybala!

Nove giornate al termine del campionato, e leghe di fantacalcio pronte ad entrare concreta…