Il caso di Mister De Martino

Ieri è avvenuta la riunione tra l’ex tecnico della Puteolana Luca De Martino (attualmente vincolato ai granata fino a Giugno 2021) e la Società per chiarire la questione vertenza evitando una sanzione da parte del Collegio Arbitrale, che si terrà domani. All’incontro speciale di ieri ha partecipato anche l’ex numero uno della Puteolana: l’imprenditore Casapulla, il quale, insieme a Sessa, ha cercato di rimediare ad una situazione quasi inverosimile. Grazie anche a Luca De Martino, che nonostante la situazione non lo giovi per niente, ha cercato di evitare sanzioni alla società flegrea a cui resta comunque tanto legato.
La decisione finale sulle sorti di Mister De Martino sembra restare comunque in mano alla società, a cui toccherà decidere se accettare la proposta riguardo l’ex allenatore ancora vincolato o attendere il Collegio arbitrale. Ascoltiamo le sue parole…

Le parole dell’ex allenatore granata

– Come si sta risolvendo la situazione con la Puteolana?

“Sono stato contattato dall’ex presidente Casapulla con il quale ho discusso dell’eventualità di trovare un accordo con l’attuale società sulle spettanze nei miei riguarda per metter fine a questa situazione. Ho deciso di fare un passo verso la nuova dirigenza perchè so il momento che sta attraversando la piazza ed ho voluto mettermi a disposizione per cercare una mediazione. Naturalmente per me a livello economico sarebbe stato più conveniente attendere la sentenza del Collegio arbitrale, ma ho preferito seguire una scelta di affetto verso la città. All’incontro con me, era presente il vicepresidente Sessa e l’ex presidente Casapulla, promotore in primis per la buona riuscita della mediazione”

– Come sta vivendo questo periodo senza calcio? Senza poter allenare…

“È dura star fermo per un uomo che vive di calcio. Io sono sempre stato abituato a farmi delle domande e sto studiando tanto per aggiornami e migliorare. D’altronde osservo anche la Puteolana di mister Ciaramella. Un tecnico forte e preparato che sicuramente saprà dimostrare le proprie qualità in una piazza che ho avuto modo di assaporare per qualche mese. Voglio farmi trovare preparato per la prossima annata, non voglio lasciare nulla al caso”

– Ci può essere una ripresa per l’eccellenza?

“Io spero che l’Eccellenza riprenda perchè sarebbe davvero un peccato perdere un campionato del genere. Ci sono tanti calciatori e colleghi che attendono già da qualche mese di poter tornare a giocare. Tutti soffrono senza calcio e c’è chi ha fatto importanti investimenti. Quindi riprendere il campionato resta fondamentale”

– Che cosa si aspetta per il prossimo anno? E che tipo di società le potrebbe interessare?

“Quest’anno mi sono affacciato ad una categoria importante come la Serie D. Io però sono un allenatore che vive per i giovani e la mia speranza è di poter trovare una società che mi permetta di fare un settore giovanile importante. Ciò non mi impedisce di valutare offerte provenienti da campionati come Serie D ed Eccellenza. Io chiedo unicamente un progetto serio, che permetta di crescere e di ambire ad importanti risultati”

Potrebbe interessarti

Puteolana 1902, Guarino “Do le dimissioni”

Direttamente dagli spalti del “Domenico Conte” di Pozzuoli, dopo aver subito b…