“Non mi sono mai seduto sulla panchina del Gragnano”. Antonio Maschio è certo della sua posizione in merito al presunto doppio impiego come allenatore di due diverse squadre nell’arco della stessa stagione.

Abbiamo sentito telefonicamente l’attuale allenatore in seconda del Rieti, numero due della formazione di Serie C allenata da Bruno Caneo: “Smentisco di essere mai stato in panchina durante le partite del Gragnano. Per un periodo sono stato in odore di accettare la proposta della società, ma prima di farlo ho chiesto delle garanzie tecniche che non mi sono state date. Mi avrebbe fatto piacere allenare il Gragnano, ma non ce n’erano le condizioni. Per questo motivo, per tutelare me ed i ragazzi, ho deciso di fare un passo indietro”.

La posizione di Maschio può apparire complicata, anche per i comunicati pubblicati dal Gragnano stesso, ma il tecnico è saldo sulla sua estraneità: “Già all’epoca dei fatti ho ammonito la società che non doveva presentarmi come allenatore della prima squadra perché non c’era nulla di concreto. Purtroppo quando non si è tra i professionisti succede che qualcuno tocchi tasti sbagliati senza nemmeno rendersene conto. Chi è venuto al campo a vedere le partite, può tranquillamente essere testimone del fatto che non sono mai stato in panchina. L’allenatore era La Fata. Mi è capitato di essere presente allo stadio per vedere le partite del Gragnano, ma da semplice addetto ai lavori e soprattutto, dagli spalti come d’altronde c’erano altri allenatori”.

Potrebbe interessarti

Clamoroso a Pomigliano: con Squillante è già finita

Gigi Squillante sarebbe fuori dai piani del Pomigliano. Sembra essere terminata ancor prim…