NAPOLI. Il campionato di Eccellenza sta giungendo alle battute finali: mancano solo 6 gare alla fine e nel girone A della massima serie regionale ed è ancora tutto aperto.

La lotta promozione

Nel girone A la vetta è detenuta dalla Frattese, che dopo la vittoria al fotofinish di ieri, si pone a +4 da Giugliano ed Afragolese.

I nerostellati, sono riusciti a conquistare 3 punti fondamentali per consolidare il primato e cercare di staccare le contendenti. Il passo falso del Giugliano, ha allontanato i tigrotti dalla vetta.

Inoltre la vittoria dell’Afragolese, contro il Forio, ha rafforzato ancora di più di uomini del tecnico Masecchia, che al momento risultano essere la formazione più in forma della competizione in questione.

 

La zona play off

Per quel che concerne la zona play off, al di là della disputa primato ancora aperta, per Giugliano ed Afragolese, il Gladiator continua a macinare vittorie e con i suoi 48 punti detiene ben salda la quarta piazza.

L’Afro Napoli United, dopo il pareggio contro la Flegrea, si ferma a 41 punti così come il Casoria. Si riaccende la fiammella della rincorsa alla zona alta della classifica, per l’Albanova che spera di agganciare l’olimpo della classifica.

 

La zona play out

Discorso apertissimo anche per la definizione della griglia play out: al momento l’ultima piazza, che decreta la retrocessione diretta, è ad appannaggio dell’Aversa Normanna.

Nella zona calda della classifica albergano Virtus Ottaviano, Barano, Puteolana 1902 e Real Forio. Barano e Puteolana 1902 devono recuperare una gara, ma le distanze in termini di punti tra tutte queste squadre sono davvero minime.

 

Per finire

Quindi possiamo dire che nonostante manchino poche partite, il campionato di Eccellenza girone A per la stagione 2018/2019 sarà scoppiettante e ricco di sorprese fino alla fine.

Insomma un campionato vietato a chi non sa reggere le forti emozioni.

 

Potrebbe interessarti

Ufficiale – Pomigliano, a centrocampo ecco Giovanni Vitiello

Pomigliano. Rinforzo a centrocampo per il Pomigliano ecco Giovanni Vitiello. Classe ’…