Massimo Sparnelli, l’autorevole giornalista napoletano che da sempre segue le vicende del Napoli, dà il suo punto di vista sull’ammutinamento degli azzurri. Il giornalista, che ha anche fatto parte dell’ufficio stampa del Napoli con Aurelio De Laurentiis, conosce bene le dinamiche che si vivono all’interno del club. “Credo che alla base di tutto ci sia un’interpretazione errata di ciò che ha detto il presidente – spiega Massimo Sparnelli – . Il ritiro era costruttivo e non punitivo e lui lo ha specificato in un’intervista a radio Kiss Kiss prima e poi in un comunicato ufficiale, dove è stato costretto a ribadirlo. Voleva far stare la squadra un po’ di più insieme per ricreare un clima che potesse spingere il Napoli verso i risultati sperati. Non voleva dare una punizione ai calciatori, ma solo stimolarli”.

Potrebbe interessarti

Savoia, l’abbraccio dei tifosi a squadra e società nel brindisi di fine anno

Di Luigi Capasso La buona fine è arrivata sul campo con 7 vittorie di fila e 12 risultati …