Il Sant’Egidio autrice di un campionato di vertice, infatti occupa la quinta posizione in campionato, chiuderà la sua prima stagione in questa serie Domenica in casa del Grifone Gialloverde. Noi del Corriere del Pallone abbiamo fatto quattro chiacchiere con mister  Valentina De Risi che ci fa il bilancio sulla stagione e sull’evento “Allenare nel Calcio Femminile” giunto alla sua quinta edizione e che come ospite avrà Milena Bertolini, CT della Nazionale Femminile. Nazionale che a Giugno volerà in Francia per il Mondiale.

Bilancio del primo campionato interregionale col Sant’Egidio. Anche se si tratta di un ritorno sui palcoscenici nazionali.

“Il nostro è un bilancio assolutamente positivo. L’obiettivo era la salvezza. Siamo riuscite ad andare abbondantemente oltre. Il quinto posto è un premio per il lavoro e l’abnegazione che tutte noi abbiamo messo in campo. Una grandissima soddisfazione per tutte noi”.

Quali sono le difficoltà che hai in incontrato in questo campionato?

“Sicuramente all’inizio abbiamo pagato l’inesperienza e il salto di categoria. I ritmi sono totalmente diversi rispetto all’ex serie C regionale (Ora Eccellenza). Abbiamo affrontato calciatrici di grande livello. Dopo l’impatto iniziale, però, le ragazze hanno saputo cambiare marcia e fare una grande stagione”.

Dove andrai a migliorare  in vista della prossima stagione?

“Stiamo già programmando la prossima stagione. Sicuramente sarà difficile fare meglio di quest’anno perché la concorrenza è di alto livello. L’obiettivo è quello di crescere soprattutto con il settore giovanile”.

Il programma del Convegno

Il 29 aprile, il grande evento. Parlacene un po’. Come mai hai scelto nuovamente Bertolini?

“Milena è stata la nostra prima ospite, insieme a Renzo Ulivieri, nella edizione numero uno. Con lei c’era una scommessa/promessa. Le dissi che un giorno sarebbe ritornata qui da CT della Nazionale. E così è stato. Credo che non avrei potuto scegliere di meglio, soprattutto per il traguardo storico che ha raggiunto. La ringrazio per aver mantenuto la sua promessa nonostante i tantissimi impegni e per aver rinunciato ad altri eventi pur si essere qui”.

Come vedi l’Italia al Mondiale?

“Vedo una squadra che è cresciuta molto grazie al lavoro di Milena Bertolini. Le ragazze sono ormai delle “semiprofessioniste” e, rispetto a qualche anno fa, sono seguite al meglio. Credo che l’Italia possa dire la sua. La speranza è che si riesca a passare il turno. Sarebbe un grande successo”.

A Napoli si terranno le universiadi. Cosa ti aspetti dalle ragazze chiamate dal CT e da tutto il movimento?

“Mi aspetto che sia una grande festa per la nostra regione. Un’opportunità unica da sfruttare per l’immagine di Napoli e della Campania. Sono sicura che le ragazze sapranno dire la loro proprio come la nazionale maggiore”.

Infine, parlando proprio del nostro movimento.. Cosa pensi si debba migliorare ancora?

“Sicuramente negli ultimi due anni c’è stata una crescita esponenziale del calcio femminile in Italia. Il programma di sviluppo che ha riguardato le società maschili ha dato l’impulso auspicato. Certamente c’è ancora tanto da fare, soprattutto al sud dove continuiamo ad essere un po’ indietro”.

 

 

 

Potrebbe interessarti

Eccellenza Femminile: tris di squadre in testa alla classifica

Nella seconda giornata del campionato di Eccellenza Femminile (ex Serie C) sono tre le squ…