Riceviamo e pubblichiamo

Afragola. L’Afragolese 1944 comunica ai propri tifosi ed agli organi d’informazione che le gare casalinghe di campionato e Coppa Italia Dilettanti si disputeranno allo stadio “Vittorio Papa” di Cardito.

Una scelta sofferta ma pensata in funzione di un campionato importante che la scrivente società si appresta ad affrontare. Purtroppo i ritardi nell’inizio dei lavori di adeguamento dello stadio “Moccia”, non dipesi dall’amministrazione comunale, hanno spinto per tale decisione in quanto la squadra che è stata costruita, è pensata per imporre la propria qualità ed il proprio gioco, e può esprimersi al meglio su un terreno di gioco in erba sintetica.

La società tutta spera di tornare al più presto allo stadio “Moccia” i cui ritardi nei lavori non dipendono certamente dall’amministrazione comunale con a capo il sindaco Claudio Grillo, che la società ringrazia per aver preso a cuore le sorti dei rossoblù, impegnandosi fattivamente insieme con l’assessore Cristina Acri nell’ottenere un secondo finanziamento, inizialmente non previsto, per il Campo A, ma, essendo tutto l’iter gestito dall’ARU – Agenzia Regionale Universiadi 2019 (ente creato ad hoc per la rassegna internazionale) – dai finanziamenti (1 milione e 300mila euro per il Campo C ed altrettanti per il Campo A), all’espletamento della gara di assegnazione dei lavori, i pareri tardano ad arrivare. Con la chiusura delle Universiadi bisognerà capire chi sarà l’ente gestore dei finanziamenti ed il Comune è già al lavoro per non perdere tali fondi. Nel frattempo c’è un campionato da affrontare ed un club come l’Afragolese non può farsi trovare impreparato.

All’amministrazione comunale, al sindaco Grillo ed all’assessore Acri non si può imputare nulla perché hanno lavorato e continuano a farlo per rimodernare il “Moccia” e renderlo un impianto modello, per tutta la comunità e per una società, come l’Afragolese, che punta ad una crescita costante che possa portare Afragola nelle categorie che più le competono. Ognuno ha potuto constatare con i propri occhi l’attaccamento del sindaco Grillo e dell’assessore Acri ai colori rossoblù come testimoniano le presenze allo stadio, sempre accanto alla squadra, e le tante riunioni con un solo obiettivo: dotare l’Afragolese e tutta la comunità di uno stadio all’avanguardia.

Nel frattempo che si sblocchino i fondi, c’è la possibilità concreta, da parte del Comune, di effettuare una risemina del Campo A del “Moccia” per avere quantomeno un campo in erba naturale di alto livello (e non è detto che non sia pronto per ottobre) in attesa degli interventi più importanti come il sintetico e la messa in sicurezza della tribuna scoperta.

Potrebbe interessarti

CALCIO GIOVANILE – La Cavese sceglie due giovani della Monte Calcio

MONTE DI PROCIDA. L’ASD Monte Calcio continua a sfornare talenti dalla propria cantera da …