Fino a prima dell’istituzione del girone unico, i campionati italiani di calcio erano decisi tutti da finali. Con la nuova formula mai era capitato, e mai più è capitato, di assistere ad uno spareggio, con l’eccezione della stagione 1963/64. Avvincente fu il torneo, con una lotta a tre tra Bologna, Inter e Milan, con i primi che a un certo punto sembravano persi per vicende extra campo.

Doping

Capitava, infatti, che fossero trovati positivi alle amfetamine, al controllo antidoping dopo la gara vinta contro il Torino (4-2) a febbraio, cinque giocatori felsinei, con conseguente penalizzazione. Nel mese di maggio fu però scoperto che le provette erano state manomesse e furono restituiti i punti al Bologna, che concluse il campionato alla pari dei nerazzurri.

Spareggio

Lo spareggio fu fissato allo stadio “Olimpico” di Roma il 7 giugno: era un pomeriggio molto caldo, le due squadre iniziarono in maniera guardinga, poi il Bologna iniziò a dominare, ma il risultato non si sbloccava. Nella ripresa partì meglio l’Inter, gli emiliani però si scossero, ripresero ad attaccare dimostrando una migliore condizione fisica e nell’ultimo quarto d’ora piazzarono la doppietta vincente. Prima fu Facchetti a deviare alle spalle del proprio portiere Sarti un tiro da fuori di Fogli, poi toccò a Nielsen pochi minuti dopo di chiudere il conto. Alla fine i rosso blu dedicarono quel loro settimo scudetto al presidente Renato Dall’Ara, scomparso quattro giorni prima.

Il tabellino

Questo il tabellino del match:

Roma – Stadio “Olimpico” 7 giugno 1964 – ore 17.15

Bologna: Negri, Furlanis, Pavinato, Tumburus, Janich, Fogli, Perani, Bulgarelli, Nielsen, Haler, Capra. All.: Fulvio Bernardini

Inter: Sarti, Burgnich, Facchetti, Tagnin, Guarneri, Picchi, Jair, Mazzola, Milani, Suarez, Corso. All.: Helenio Herrera

Arbitro: Concetto Lo Bello di Siracusa

Ammoniti: Bulgarelli (Bol), Fogli (Bol), Tumburus (Bol)

Marcatori: 75’ Facchetti (Int) aut, 83’ Nielsen (Bol)

Le immagini

Potrebbe interessarti

Punto Serie A | Il Milan si conferma capolista. È fuga con l’Inter

È l’ultima giornata di un anno infausto sotto tutti i punti di vista la quattordicesima di…