La seconda competizione internazionale per club a prendere il via sotto l’egida dell’Uefa fu la Coppa delle Coppe. La prima edizione fu vinta dalla Fiorentina nel 1961, i viola si presentavano come favoriti anche per la seconda, dove arrivarono fino alla finale dopo aver superato Rapid Vienna (3-1, 6-2), Dinamo Zilina (2-3, 2-0), Ujpest Dozsa in semifinale (2-0, 1-0). In finale trovarono l’Atletico Madrid che, iniziando un turno prima, aveva eliminato Sedan (3-2, 4-1), Leicester (1-1, 2-0), Werder Brema (1-1, 3-1), Motor Jena in semifinale (1-0, 4-2).

Primo confronto in parità, ma non c’erano i rigori

Le due squadre si ritrovarono di fronte a Glasgow per la finale il 10 maggio del 1962, l’incontro fu molto vivace, nel primo tempo segnarono Joaquin Peirò per gli spagnoli e Kurt Hamrin per gli italiani, poi le squadre non riuscirono più a superarsi, nemmeno ai tempi supplementari. Il regolamento dell’epoca prevedeva la ripetizione, e non i tiri di rigore come ora, che però non poté essere immediata: di lì a pochi giorni erano in programma i campionati del mondo in Cile, e la finale bis fu spostata al 5 settembre a Stoccarda.

Stavolta il match che assegnava la coppa ebbe un altro andamento, la squadra allenata da Ferruccio Valcareggi si presentò in condizioni approssimative, i colchoneros erano, invece, in piena forma, calarono il tris con le reti di Miguel Jones, Jorge Mendonça e ancora Peirò, e conquistarono il loro primo titolo europeo, per la prima volta in una finale ripetuta.

Il tabellino

ATLETICO MADRID – FIORENTINA 3-0

Stoccarda – Neckarstadion – 5 settembre 1962 – ore 16.30

Atletico Madrid: Madinabeyta, Rivilla, Calleja, Ramiro, Griffa, Glaria, Jones, Rodriguez, Mendonça, Peirò Collar. All.: Josè Villalonga

Fiorentina: Albertosi, Robotti, Castellotti, Malatrasai, Orzan, Marchesi, Hamrin, Ferretti, Milani, Dell’Angelo, Petris. All.: Ferruccio Valcareggi

Arbitro: Kurt Tschenscher (Germania Ovest)

Marcatori: 8’ Jones (Atl), 27’ Mendonça (Atl), 59’ Peirò (Atl)

Potrebbe interessarti

Punto Serie A | Il Milan si conferma capolista. È fuga con l’Inter

È l’ultima giornata di un anno infausto sotto tutti i punti di vista la quattordicesima di…