Nel panorama calcistico degli anni Trenta c’era una nuova realtà calcistica che veniva ad affiancarsi, nel gotha del calcio nostrano, a Genoa, Inter, Juventus, Milan, ma anche Pro Vercelli: il Torino.

“Caso Allemandi”

I granata avrebbero potuto festeggiare la loro prima volta già l’anno precedente, ma quello che è passato alla storia come “caso Allemandi” portò alla revoca di quella vittoria. Fu un vero giallo sportivo, con la presunta corruzione da parte di Guido Neri, dirigente del Torino, di Luigi Allemandi, difensore della Juventus, per favorire la vittoria dei torinisti lanciati verso il titolo. Il Direttorio fascista decise, alla fine, per la revoca del titolo, fu perciò con questa ulteriore motivazione, la rivalsa, che i granata iniziarono il campionato successivo.

Per volere degli stessi gerarchi, il massimo campionato italiano, che allora si chiamava Divisione Nazionale si avviava a disputarsi a girone unico (sarebbe accaduto dalla stagione 1929/30), ma già vi partecipavano alcune squadre del Sud (Lazio, Napoli, Roma). L’inizio del Toro fu complicato, con la sconfitta all’esordio in casa del Genoa (2-1), ma subito si riprese e infine si aggiudicò quel primo girone, sui liguri secondi. Furono sempre questi ultimi i principali antagonisti dei granata nel girone finale, si dovette arrivare all’ultima giornata per proclamare il vincitore, ma alla fine, il 22 luglio 1928, fu sufficiente al Torino il pareggio (2-2) in casa del Milan per festeggiare il primo titolo, costruito soprattutto sulla forza dell’attacco, capace di realizzare 111 reti in 34 match, con l’argentino Julio Libonatti capocannoniere con 35 reti, seguito da un altro granata, l’italiano Adolfo Baloncieri con 31.

La Rosa granata

Questa la rosa di quella squadra:

Portieri: Bacigalupo M., Bosia

Difensori: Martin C., Vincenzi

Centrocampisti: Amadesi, Baloncieri, Colombari, Janni, Martin D., Rossetti Giu., Rossetti Gino, Sperone

Attaccanti: Breviglieri, Carrera, Franzoni, Libonatti, Monti, Sticco, Vezzani

Allenatore: Anton Cargnelli

Potrebbe interessarti

Accadde Oggi | 26 settembre 1964: per la prima volta un’italiana sul tetto del mondo

Quella del 1964 era la quinta edizione della Coppa Intercontinentale, che metteva di front…