L’Italia che partecipò ai mondiali statunitensi del 1994 veniva dalla parziale delusione di quattro anni prima, quando avrebbe dovuto vincere il mondiale casalingo e invece arrivò solo terza. Era una nazionale diversa, affidata alle idee di Arrigo Sacchi che però non riuscì a produrre il gioco che aveva fatto vedere al Milan. L’inizio del torneo, come al solito per i nostri colori, fu accidentato, segnato dalla sconfitta contro l’Irlanda (1-0), parzialmente riscattata dalla sofferta vittoria con la Norvegia (1-0), mentre con il Messico fu solo pareggio (1-1), sufficiente a garantirci il ripescaggio. Nella fase a eliminazione diretta, dopo una vittoria stentata con la Nigeria (2-1 dts), giunsero le belle vittorie contro Spagna (2-1) e Bulgaria (2-1), con Roberto Baggio sugli scudi, che ci schiusero le porte della finale. Qui era arrivato anche il Brasile, anch’esso diverso, più difensivo rispetto ai canoni, dopo le eliminazioni delle edizioni precedenti, affidato a Carlos Alberto Parreira. Vinsero, comunque, il loro girone, e nella seconda fase superarono Stati Uniti (1-0), Olanda (3-2) e Svezia (1-0).

Atto finale

La finale, nel caldo torrido del “Rose Bowl”, fu molto equilibrata e povera di emozioni. Gli azzurri schierarono Franco Baresi, recuperato in extremis dopo un’operazione al menisco, ma Baggio non era nelle migliori condizioni. La gara scivolò via senza sussulti, molto tattica, e fu inevitabile arrivare ai tiri di rigore. I primi due furono sbagliati da Baresi e Marcio Santos, poi i brasiliani non sbagliarono più, per gli azzurri fallirono Daniele Massaro e proprio Roberto Baggio. Si chiuse tra la gioia sudamericana e le lacrime italiane di Baggio e Baresi. Il Brasile era campione del mondo, per l’Italia erano ancora maledetti rigori.

Il tabellino

BRASILE – ITALIA 0-0 (3-2 dcr)

Pasadena – Rose Bowl – 17 luglio 1994 – ore 12.30

Brasile: Taffarel, Jorginho (21’ Cafu), Aldair, Marcio Santos, Branco, Mauro Silva, Dunga, Mazinho, Zinho (106’ Viola), Romario, Bebeto. CT: Carlos Alberto Parreira

Italia: Pagliuca, Mussi (35’ Apolloni), Baresi, Maldini, Benarrivo, Berti, Baggio D. (95’ Evani), Albertini, Donadoni, Baggio R., Massaro. CT: Arrigo Sacchi

Arbitro: Sandor Puhl (Ungheria)

Ammoniti: Mazinho (Bra), Cafu (Bra), Apolloni (Ita), Albertini (Ita)

Sequenza rigori: 0-0 Baresi (Ita) alto, 0-0 Marcio Santos (Bra) parato, 1-0 Albertini (Ita), 1-1 Romario (Bra), 2-1 Evani (Ita), 2-2 Branco (Bra), 2-2 Masaro (Ita) parato, 2-3 Dunga (Bra), 2-3 Baggio R. (Ita) alto

Il video

Ecco gli highlights della finale che deluse l’Italia intera dopo i calci di rigore.

Potrebbe interessarti

Accadde Oggi | 6 agosto 2011: il Milan alza la Supecoppa

La Supercoppa Italiana è il trofeo che viene assegnato dalla sfida tra la vincente dello s…