L’11 luglio del 1982 fu la data che concretizzò tutti i sogni che erano via via maturati durante quell’estate calda, il giorno in cui la crisalide diventò farfalla, l’anatroccolo cigno. Il cammino dell’Italia in quel mondiale spagnolo ben si presta a queste metafore sulla trasformazione: tanto involuti gli azzurri negli incontri del primo girone, contro avversari apparentemente alla portata; sempre più belli e spettacolari nel secondo girone, quando di fronte c’erano giganti che rispondevano al nome di Argentina e Brasile. Superati quelli, fu quasi uno scherzo eliminare la Polonia in semifinale (2-0), ora c’era da mettere la ciliegina sulla torta, c’era da alzare la coppa, ritornare padroni del mondo quarantaquattro anni dopo l’ultima volta.

La finale

L’ultimo ostacolo era rappresentato dalla Germania Ovest di cui dal 1970 iniziavano a diventare incubo: non lineare il suo cammino nei due gironi, solo ai rigori dopo un’incredibile rimonta in semifinale ebbe ragione della Francia (3-3, 5-3 dcr). L’ultima gara iniziò in maniera guardinga, poi gli azzurri iniziarono a prendere il sopravvento, ma l’unica emozione vera fu il rigore assegnato per fallo su Bruno Conti e calciato a lato da Antonio Cabrini. Un momento negativo che dette ulteriore forza al gioco italiano che dominò la ripresa. Ancora Paolo Rossi, Pichichi del torneo, sbloccò il risultato, poi fu un crescendo, con l’urlo, indimenticabile, di Marco Tardelli sul secondo gol, l’eleganza di Alessandro Altobelli che superava per la terza volta Harald Schumacher. Per l’onore la rete tedesca di Paul Breitner, tra il tripudio tricolore di tutto lo stadio, con il presidente Sandro Pertini incontenibile in tribuna, le solide mani di Dino Zoff sollevarono la coppa: Campioni del Mondo, Campioni del Mondo, Campioni del Mondo!

Il tabellino

Madrid – Estadio S. Bernabeu – 11 luglio 1982 – ore 20.00

Italia: Zoff, Bergomi, Gentile, Scirea, Collovati, Cabrini, Conti, Tardelli, Rossi, Oriali, Graziani (7’ Altobelli) (89’ Causio). CT: Enzo Bearzot

Germania Ovest: Schumacher, Kaltz, Forster K. H., Stielike, Forster B., Briegel, Dremmler (62’ Hrubesh), Breitner, Rummenigge (70’ Muller H.), Fischer, Littbarski. CT: Jupp Derwall

Arbitro: Arnaldo Coelho (Brasile)

Ammoniti: Conti (Ita), Oriali (Ita), Dremmler (Ger), Stielike (Ger), Littbarski (Ger)

Marcatori: 57’ Rossi (Ita), 69’ Tardelli (Ita), 81’ Altobelli (Ita), 83’ Breitner (Ger)

Il video

Ecco le immagini del ricordo di questa fantastica giornata e la finale di Madrid tra l’Italia e la Germania.

Potrebbe interessarti

Accadde Oggi | 6 agosto 2011: il Milan alza la Supecoppa

La Supercoppa Italiana è il trofeo che viene assegnato dalla sfida tra la vincente dello s…