“Speriamo di riprendere a giocare, il prima possibile e soprattutto in sicurezza”. E’ questo l’augurio di Giosuè Cavallo, centrocampista in forza alla Palmese, nell’Eccellenza calabrese. Solo 20 anni ma già tanta esperienza sulle spalle e l’ambizione di migliorarsi sempre più. Il calciatore si racconta tra carriera, pandemia, situazione del calcio al Sud e obbiettivi per il futuro.

L’intervista a Giosuè Cavallo

Appena 20 anni ma già una carriera importante. Come si è sviluppata?

Ho iniziato da piccolino nella squadra della mia città, Ostuni. Da lì mi sono spostato all’academy di Pantaleo Corvino a Lecce, e poi al Fasano, dove ho passato due anni bellissimi. A mio parere, si tratta delle due migliori scuole calcio della Puglia, senza dubbio. A 16 anni ho vissuto la prima esperienza lontano da casa: sono andato ad Ancona, che al tempo militava in Lega Pro, e ho fatto gli Juniores Nazionali. E’ stato un anno molto formativo, sia umanamente che professionalmente, tant’è che ora reputo Ancona la mia seconda casa. Dopo quel campionato, purtroppo, mi sono allontanato dal mondo del calcio per circa 1 anno e mezzo, a causa di motivi personali. Sono rientrato accasandomi al Gozzano, in Piemonte, prima di tornare in Puglia nel campionato 2019-20, tra le fila del Carovigno Calcio, in Promozione. Da questa stagione, invece, sono alla Palmese, nel campionato di Eccellenza della Calabria.

Quest’anno, però, la situazione è drammatica, a causa della pandemia. Com’è stare fermi?

Sicuramente c’è rabbia, perchè è praticamente il secondo anno che viene perso e la crescita di molti giocatori giovani, come me, ne risente.

Si dovrebbe, però, ripartire ad aprile.

Sembra di sì, ma in realtà la situazione è ancora poco chiara. Anche la Palmese, purtroppo, non ci ha ancora dato indicazioni precise, proprio perché manca chiarezza. In questi mesi, comunque, io mi sono allenato ogni giorno per non farmi trovare impreparato, sia con gli allenamenti e le indicazioni che ci ha fornito il nostro allenatore Antonio Germano sia con la palestra che ho in casa. Tuttavia, con le nuove disposizioni e la zona rossa, non potrò nemmeno allenarmi all’aperto. Non è una situazione facile.

 

L’intervista completa sarà pubblicata all’interno del settimanale di martedì 16 marzo del Corriere del Pallone.

 

Potrebbe interessarti

Cagliari – Fiorentina 0-0 | Pari e patta alla Sardegna Arena

Nella 36^ giornata di Serie A, Cagliari e Fiorentina impattano sullo 0-0 alla Sardegna Are…