A Brisbane le Olimpiadi del 2032

- Advertisement -

Le Olimpiadi del 2032 si terranno a Brisbane.

Brisbane, terza città più popolosa dell’Australia con circa 2,5 milioni di abitanti, è stata eletta dai membri del Comitato Olimpico Internazionale (Cio) riuniti a Tokyo per ospitare i Giochi Olimpici estivi del 2032.

Prima ci saranno quelli di Parigi nel 2024 e di Los Angeles nel 2028.

Brisbane 2032 sarà la 35a Olimpiade: i Giochi torneranno in Australia dopo l’edizione del 2000 a Sydney.

Il progetto

Dopo mesi di discussioni avviate a fine febbraio con la città australiana, il progetto di Brisbane è stato ritenuto ideale per varie ragioni: dal concetto avanzato dei Giochi al masterplan delle possibili sedi, dall’alto livello di esperienza nell’organizzare eventi sportivi internazionali alle favorevoli condizioni climatiche australiane nei mesi di luglio e agosto, dalla bontà delle infrastrutture e degli hotel fino al forte supporto delle istituzioni e dell’opinione pubblica.

Il presidente del Cio, Thomas Bach, spiega: “Il progetto Brisbane 2032 è totalmente conforme all’Agenda 2020 e alle nuove raccomandazioni dell’Agenda 2020+5. Brisbane propone Giochi sostenibili in linea con una strategia a lungo termine utilizzando principalmente sedi esistenti e temporanee”.

La candidatura

La candidatura di Brisbane è stata presentata ai membri del Cio dalla premier del Queensland, Annastacia Palaszczuk, dal ministro federale dello Sport, Richard Colbeck, e dal sindaco di Brisbane, Adrian Schrinner. Nella relazione Palaszczuk ha affermato che Brisbane e la regione offriranno al movimento olimpico “mani sicure” per i Giochi. “Ci impegniamo a creare un modello di successo con una esperienza a costi sostenibili, positiva per il clima, sicura e avvincente per il mondo intero”.

“Il mio governo è orgoglioso di sostenere questa opportunità per Brisbane e il sud-est del Queensland”, le parole del primo ministro australiano, Scott Morrison, collegato tramite video con la sessione del Cio. “I due governi stanno finanziando completamente i progetti infrastrutturali da consegnare in preparazione dei Giochi, garantendo affinché siano pronti per Brisbane 2032 e per un’eredità duratura”.

Olimpiadi di Tokyo: l’Italia punta al record di medaglie

L’Italia parte alla volta del Giappone con ambizioni, speranze e un obiettivo ben preciso: eguagliare o migliorare il record di medaglie, 36, conquistate a Roma 1960.

Fin da Pechino 2008, l’Italia ha conquistato otto titoli olimpici. E, anche in questo caso, c’è la forte probabilità di migliorare il risultato.

Importanti chance di vittoria arrivano dalla pallavolo femminile e dalla pallanuoto maschile.

Giovanni De Gennaro, tenta l’impresa nella canoa (K1) mentre nel canottaggio le speranze sono racchiuse nel quattro di coppia maschile. Per gli sport da combattimento, occhio a Manuel Lombardo.

Nel pugilato con la grande speranza si chiama Irma Testa. Nel taekwondo Vito Dell’Aquila.

In vasca il dream team è composto da: Gregorio Paltrinieri (800 e 1500 stile libero); Gabriele Detti (400 e 800 sl); Benedetta Pilato (100 rana) e Federica Pellegrini (nei 200 stile libero) che proverà l’impresa a 33 anni prima di chiudere la carriera a Napoli.

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

Calendario 2021-22: Serie A, Serie B, Serie C, Serie D

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.

P