Campionato agli sgoccioli, verdetti oramai quasi sanciti, eccezion fatta per la bagarre salvezza che attende il sipario sul palcoscenico dello stadio “Franchi” dove i padroni di casa della Fiorentina affronteranno gli antagonisti del Genoa in una lotta senza fine per restare in massima serie, tiene banco il mercato. Non ancora aperto ufficialmente, proprio in virtù delle competizioni in corso, è tuttavia oggetto di molto interesse. E quindi son partite da un bel pò, le prime “chiacchiere da bar”, vuoi per la querelle panchine vuoi per la corsa all’affare. Di affari ne sa qualcosa Aurelio De Laurentis, timoniere del Calcio Napoli, ancora secondo quest’anno; Intascato il si di alcuni calciatori tra rinnovi (vedi Mertens e Callejon), oramai prossimi alle “nuove” nozze in maglia azzurra, tra una certezza e l’altra…, spunta una voce clamorosa: Torna Fabio Quagliarella!

Bomber: E’ cio che chiedono piazza e allenatore, per render questa squadra ancor più competitiva. Ed è proprio di attaccanti che ha parlato nei giorni scorsi il patron partenopeo. E’ già! Oggi più che mai tale appellativo è assai consono ad un napoletano purosangue, artefice di goal consistenti e numerosi in grado di affidargli lo scettro di capocannoniere di serie A. Fabio ovviamente.

Classe 83′: Carlo Ancelotti gradisce un pò di esperienza in più nel suo Napoli, nel tentavivo di accorciare in classifica il prossimo anno, il divario con l’inesauribile Juve e questo ragazzotto ne ha da vendere.

Palmares: Nulla quaestio anche sotto questo aspetto, sebbene i suoi trionfi li abbia bissati con la maglia degli acerrimi nemici, festeggiando così traguardi importanti. Ma Napoli è nata cosa……!

Cittadinanza: Napoletana! Da sempre! Dal primo battito nel grembo materno, Quagliarella è napoletano e basta. Figlio di una terra lasciata calcisticamente troppo presto, patria di talenti come…., il suo. Un bomber che lasciò la sua Napoli a malincuore, senza far rumore, portando con se la tristezza di un addio forzato e non voluto, figlio di un motivo che solo un vero campione come Fabio, in campo e nella vita, può contrastare con tanta forza.

Le lacrime: Nessuno potrà mai scordare le lacrime versate da questo grande uomo lo scorso anno, quando motivò (una volta schiarata la vicenda giudiziaria legata a chi lo perseguitava nel quotidiano), l’ addio dal suo Napoli. Una botta emotiva mischiata a vero sfogo annientò quindi, gli sfottò fin allora mossi dalla tifoseria napoletana che ignara lo incolpò a suo tempo di aver scelto la Juve.

I goal: Li ha sempre fatti. ha sempre continuato a gonfiare la rete con prodezze fioccanti e pesanti, regalando soddisfazioni al popolo blucerchiato; quella Sampdoria, squadra attauale, che lo vorrebbe a vita ora più che mai.

I tifosi: L’appello adesso è rivolto ad Aurelio De Laurentiis. “Portaci Quagliarella presidente”!

Antonio Pareto, nella vita dottore commercialista e tifoso azzurro, analizza il possibile scenario: “Quagliarella sarebbe un grande colpo. E’ integro fisicamente, napoletano e  con grandi motivazioni da metter in campo, specie dopo la vicenda dello stolker  che lo ha costretto ad allontanarsi da Napoli troppo presto. Stiamo parlando di un giocatore di qualità ed esperienza da abbinare a Milik o addirittura esser il suo vice, avendo Fabio, caratteristiche diverse dal polacco. Un suo approdo in maglia azzurra sarebbe una gratificazione per tutti. Sarebbe motivo di entusiasmo dopo tante frizioni con la società. Lo prenderei di corsa, anzi colgo l’occasione per dire a Quagliarella: Torna sta squadra aspett a te!”

Dello stesso avviso è il dottor Gennaro Mattia Di Fiore , tecnico di radiologia presso l’ospedale “Maggiore”di Bologna, con alcuni precedenti calcistici in Eccellenza Campana, tifosissimo napoletano: “Credo che il Napoli farà un mercato che non si discosterà molto da quello di questi anni. Parlo cioè di giovani di buone speranze che per la fortuna della società si trasformeranno poi in plusavalenze. Non arriveranno mai nomi importanti, ma forse funzionali al progetto di De Laurentiis” Quale attaccante prenderebbe utile a questa squadra? “Io dico Belotti. Rientra nei paramentri del club. Sto tuttavia leggendo di un possibile interesse degli azzurri per un napoletano come me, parlo di Fabio Quagliarella. Sarebbe bellissimo riavere un figlio di Napoli alla corte di Ancelotti. Ha tutto questo attaccante. Vede la porta come pochi, ha duttilità e può tranquillamente coabitare con le nostre punte. Darebbe esperienza e serenità al gruppo intero. Sarebbe accolto credo a furor di popolo. Un aggettivo che gli darei è questo: imprevedibile! Spero fortemente arrivi per darci una mano, lo merita”.

I tifosi fanno un assist inequivocabile al pratron azzurro, Napoli è pronta a riabbracciare Fabio!

 

 

Potrebbe interessarti

ESCLUSIVA CORPALLONE: FERREIRA DEL BENFICA VERSO NAPOLI

Napoli. All’incipit del mercato estivo, inizia ufficilamente il valzer di nomi accos…