UCL, le italiane devono giocarsela fino all’ultimo

Scritto da il 22 novembre 2017
Print Friendly

Questa sera si è conclusa la quinta giornata della fase a gironi di Champions League, la penultima prima che si passi alla fase ad eliminazione diretta: i tanto desiderato ottavi di finale. Analizziamo girone per girone la situazione in vista dell’ultimo turno.

GRUPPO A

Il Manchester United ha più di un piede agli ottavi. Con la sconfitta di questa sera a Basilea, la formazione di Mourinho si è leggermente complicata la vita. Dovrà succedere l’incredibile però, all’Old Trafford dove i Red Devils ospiteranno il CSKA Mosca nell’ultimo turno: cioè una vittoria dei russi con quattro gol di scarto. Appare altamente improbabile. Dall’altra parte gli svizzeri hanno compiuto un importantissimo passo avanti e gli basterà fare almeno lo stesso risultato del CSKA per accedere agli ottavi. A parità di punti con tutte e tre le squadre a quota 12 lo United dovrebbe dormire sogni tranquilli avendo una differenza reti negli scontri diretti di +6, mentre i moscoviti sono a quota -4 e servirebbe un vero e proprio miracolo. Benfica definitivamente fuori dai giochi anche per l’accesso all’Europa League essendo ferma a 0.

  • Manchester United ⭐️⭐️⭐️
  • Basilea ⭐️⭐️
  • CSKA Mosca ⭐️
  • Benfica (eliminato)

GRUPPO B Molto più semplice il discorso nel secondo girone, in cui, come da pronostico, PSG e Bayern Monaco l’hanno fatto da padrona. Francesi e tedeschi sono già agli ottavi, all’ultimo turno si giocano il primo posto ma il Paris Saint Germain, scongiurando il replay di Barcellona della scorsa edizione, entrerà in campo forte del tre a zero conquistato al Parco dei Principi. Discorso analogo per il Celtic, che in Scozia si gioca l’Europa League partendo dal tre a zero conquistato in casa dell’Anderlecht.

  • Paris Saint Germain (già qualificato)
  • Bayern Monaco (già qualificato)
  • Celtic (eliminato)
  • Anderlecht (eliminato)

GRUPPO C Ecco il primo girone in cui c’è un’italiana: la Roma di Eusebio Di Francesco ha le mani sul passaggio turno. A quota 8 punti occupa la seconda piazza e all’ultima giornata arriva la cenerentola Qarabag all’Olimpico: una vittoria garantirebbe l’accesso alla seconda fase. Dall’altra parte il Chelsea di Conte è già certo del passaggio turno, si gioca il primato del raggruppamento per la cui certezza serve la vittoria con l’Atletico Madrid, visto che a parità con i giallorossi Di Francesco è in vantaggio con gli scontri diretti. Simeone costretto alla vittoria a Stamford Bridge e servirebbe solo se la Roma non dovesse vincere, visto che a parità di punti gli spagnoli sono in vantaggio negli scontri diretti.

  • Chelsea (già qualificato)
  • Roma ⭐️⭐️⭐️
  • Atletico Madrid ⭐️
  • Qarabag (eliminato)

GRUPPO D
Anche
delle nostrane: la Juventus. Allegri non dovrebbe avere tanti problemi. I bianconeri giocano in casa dell’Olympiacos (fuori anche dall’Europa League), mentre lo Sporting Lisbona, contendente al secondo posto, sarà di scena a Barcellona, con i blaugrana già certi del primo posto, anche in caso di parità di punteggio con la Vecchia Signora, grazie al tre a zero conquistato al Camp Nou.

  • Barcellona (già qualificato – primo)
  • Juventus ⭐️⭐️⭐️
  • Sporting Lisbona ⭐️
  • Olympiacos (eliminato)

GRUPPO E

Tre gli italiani coinvolti nel passaggio turno del quinto girone: due sono allo Spartak Mosca, mister Carrera e l’ex Genoa Bocchetti; uno nel Siviglia, il naturalizzato Vazquez. Ai russi l’impresa più ardua, visto che necessitano della vittoria per scalzare il Liverpool: scontro diretto in Inghilterra. Anche gli spagnoli sono costretti a vincere in casa del Maribor (già escluso da ogni lotta) perché con un pareggio rischierebbero di arrivare a pari punti con russi ed inglesi e sono inguaiati dal 5-1 subito a Mosca. Ai Reds basta un pari per avere la certezza di accesso agli ottavi.

  • Liverpool ⭐️⭐️⭐️
  • Siviglia ⭐️⭐️⭐️
  • Spartak Mosca ⭐️
  • Maribor (eliminato)

GRUPPO F Siamo giunti al girone del Napoli e la situazione è abbastanza chiara: Manchester City già qualificato; Feyenoord matematicamente ultimo. Azzurri e Shakhtar Donetsk si giocano seconda e terza piazza. Gli ucraini hanno un solo vantaggio, quello dei punti in classifica (9); Sarri ne ha ben due, gli scontri diretti contro gli arancioni dell’est ed una gara molto più agevole sulla carta. In parole povere il Napoli deve vincere con il Feyenoord e sperare che Guardiola batta Fonseca. Gli ucraini potrebbero rubare la prima piazza battendo il City con almeno tre gol di scarto.

  • Manchester City (già qualificato)
  • Shakhtar Donetsk ⭐️⭐️
  • Napoli ⭐️⭐️
  • Feyenoord (eliminato)

GRUPPO G Sin dal sorteggio il girone prevedibilmente più equilibrato. Il Besiktas ha fatto il colpaccio, centrando la qualificazione come prima classificata con un turno d’anticipo. Se la giocano Porto e Lipsia, per ora a pari punti a quota 7. Il vantaggio ce l’hanno i portoghesi che possono contare su una migliore differenza reti nel doppio confronto coi tedeschi. All’ultimo turno la squadra della Red Bull ospiterà i turchi, mentre i lusitani ospiteranno il Monaco, clamorosamente già fuori dai giochi, nonostante l’exploit della scorsa stagione ed il sorteggiato effettuato da testa di serie.

  • Besiktas (già qualificato – primo)
  • Porto ⭐️⭐️
  • Lipsia ⭐️
  • Monaco (eliminato)

GRUPPO H Così come nel gruppo B, anche in quest’ultimo raggruppamento i giochi sono già fatti. Anzi ancora di più. PSG e Bayern infatti, si giocheranno il primo posto. Qui invece, il Tottenham è primo avendo uno score migliore negli scontri diretti con il Real Madrid. Clamorosa la debacle del Borussia Dortmund incapace anche di battere l’APOEL, con cui nell’ultima giornata si gioca l’Europa League. Difficile impresa per i ciprioti che seppur in parità con i tedeschi in base agli scontri diretti (doppio 1-1), ha un pessimo punteggio in qualità di differenza reti totali, con un brutto -12, rispetto al -5 del Borussia. In pratica i mediterranei devono fare meglio dei teutonici, entrambi in trasferta, rispettivamente a Londra e Madrid.

  • Tottenham (già qualificato – primo)
  • Real Madrid (già qualificato – secondo)
  • Borussia Dortmund (eliminato)
  • APOEL Nicosia (eliminato)

Claudio Musella

© Copyright 2017 redazione, All rights Reserved. Written For: Il Corriere del Pallone

Info redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONDIVISIONI