Play-off Lega Pro, Campania out

Scritto da il 24 maggio 2017
Print Friendly

La serata che va a concludersi ha portato via anche la seconda fase dei play-off di Lega Pro. Dopo l’eliminazione della Paganese al primo turno della Paganese a favore del Cosenza, la Campania schierava le altre due contendenti ad un posto nella gloria: Casertana e Juve Stabia. 

QUI ALESSANDRIA – In terra piemontese proprio i falchetti erano chiamati all’impresa più ardua, forse dell’intero lotto delle fantastiche sedici in campo. L’uno a uno del Pinto dello scorso weekend aveva lasciato nelle speranze rossoblu la sola vittoria per guadagnarsi l’accesso alla Final Eight di Firenze. Il vantaggio di Ciotola al 27′ aveva portato alle stelle l’entusiasmo casertano, subito smorzato però, due minuti più tardi dal pareggio di Gozzi. Sembrava che gli ospiti potessero andare al riposo sul pareggio, in modo da preparare l’assalto alla vittoria nella ripresa, ma in pieno recupero l’ex centrocampista della Juve Stabia Cazzola trovava il gol del vantaggio alessandrino. Nella ripresa bomber Bocalon chiudeva completamente i giochi portando il risultato sul tre a uno.

QUI CASTELLAMMARE DI STABIA – Al Menti le Vespe erano chiamate alla vittoria se volevano conquistarsi l’accesso alla Final Eight di Firenze. Dopo la sconfitta per due a uno in casa della Reggiana dell’andata, anche vincendo con un gol di scarto, e quindi a parità di reti tra andata e ritorno, sarebbe passata là formazione di Carboni dato il miglior piazzamento ottenuto nella regular season. Il fortino romagnolo però, non si è fatto trafiggere e così la gara si è portata fino in fondo sullo zero a zero. Lasciando ai romagnoli il pass per l’ultimo atto nel cammino verso la Serie B.

LE ALTRE – Oltre a quello del Menti, una sfilza di pareggi ha caratterizzato questo turno di ritorno della seconda fase. Addirittura altri tre sono stati gli zero a zero con cui si sono chiuse le gare di Lecce, Livorno e Bergamo. In terra lombarda i padroni di casa non sono riusciti a battere la Lucchese, vincente all’andata per uno a zero e quindi alla Final Eight. Ha giovato invece, a pugliesi e toscani il pari a reti bianche. Entrambe le formazioni hanno fatto virtù del secondo posto ottenuto nella regular season nei rispettivi gironi. Il Lecce aveva pareggiato all’andata in casa della Sambenedettese per uno a uno, mentre il Livorno a Francavilla con la Virtus, anche in quella occasione per zero a zero. Anche a Matera è finita in parità: uno a uno tra i padroni di casa ed il Cosenza, che però aveva vinto il match di andata per due a uno. Così sono proprio i calabresi ad accedere alla Final Eight, con la grandissima delusione nella città dei sassi, partita con tante chance di giocarsela fino in fondo. Parma e Pordenone non hanno tradito le attese, vincendo con due gol di scarto le proprie sfide. Gialloblù che hanno avuto la meglio nel derby col Piacenza grazie alle reti di Nocciolini e Baraye, mentre i neroverdi hanno ribaltato la sconfitta in casa dello Giana Erminio all’andata, vincendo per tre a uno con le reti di De Agostini, Marchi ed Arma. Inutile il momentaneo pareggio di Chiarello per gli ospiti. 

Ecco il quadro delle mitiche otto

  1. LIVORNO
  2. PARMA
  3. LECCE
  4. PORDENONE
  5. LUCCHESE
  6. REGGIANA
  7. ALESSANDRIA
  8. COSENZA
© Copyright 2017 redazione, All rights Reserved. Written For: Il Corriere del Pallone

Info redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONDIVISIONI