Napoli-Feyenoord 3-1: tutto il trio delle meraviglie a segno

Scritto da il 26 settembre 2017
Print Friendly

NAPOLI – FEYENOORD 3-1

NAPOLI (4-3-3): Reina, Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho (80′ Diawara), Hamsik (71′ Zielinski); Callejon (73′ Rog), Mertens, Insigne. A disp.: Sepe, Maggio, Chiriches, Ounas. All.: Sarri

FEYENOORD (4-1-4-1): Jones, Diks, St. Juste, Tapia (78′ Van Beek), Haps; El Ahmadi; Berghuis (87′ Larsson), Amrabat, Vahlena, Toornstra (69′ Basacikoglu); Boetius. A disp.: Bijlow, Van Der Heijden, Nelom, Vente. All.: Van Bronkhorst

ARBITRO: Collum (ING)

ASSISTENTI: Mc Geachie e Ross

MARCATORI: 7′ Insigne (N), 49′ Mertens (N), 70′ Callejon (N), 93′ Amrabat (F)

AMMONITI: Koulibaly, Diawara (N), El Ahmadi, Van Beek (F)

Napoli quasi costretto alla vittoria nel match di stasera contro il Feyenoord, per rimediare alla sconfitta subita in Ucraina dallo Shakhtar Donetsk. Sarri schiera i titolari, in barba al turn-over. Fatta eccezione per Maksimovic, che sostituisce l’infortunato Albiol, dopo la buona prova offerta sabato con la Spal. Van Bronkhorst mescola le carte e schiera i suoi con un inedito 4-1-4-1, in cui Boetius fa da falso nueve.

La soluzione non sembra aver smosso le carte in tavola. Ed il Napoli passa subito in vantaggio: al 7′ Insigne prova il destro dai 25 metri. Palla bassa ma forte ed angolata che si insacca alle spalle di Jones.

Al 9′ azione in velocità del Napoli: Insigne servito in area in profondità, stavolta preferisce servire Mertens, ma la palla è lunga ed il belga non può arrivarci.

Due minuti più tardi Hamsik approfitta ancora della profondità offerta dalla difesa olandese: al momento del tiro però, viene contrastato e la palla termina alta. Il capitano reclama un rigore, che per l’arbitro non c’è.

Al 12′ arriva la risposta del Feyenoord: l’azione parte da sinistra con Toornstra che serve Boetius: quest’ultimo conclude ma il tiro è debole e centrale. Facile per Reina. Sarà l’unica vera conclusione degli olandesi nel primo tempo.

La gara sembra prendere un momento di stanca. Il Feyenoord fa un possesso estremamente sterile.

Al 42′ Jones si supera: prima ferma in uscita Callejon, poi sul rimpallo si tuffa ancora su Jorginho che poteva colpire a botta sicura.

Al 44′ erroraccio di Hamsik, servito in area da Mertens, calcia a lato da ottima posizione.

Al 45′ ancora Insigne prova la grande giocata calciando al volo uno spiovente proveniente da centrocampo. Palla fuori non di molto.

Pronti via e Mertens trova il raddoppio al 49′. Ghoulam recupera palla sulla trequarti e serve il belga in area: preciso il diagonale del bomber azzurro che trova il due a zero.

Al 63′ errore in fase di disimpegno della difesa olandese: Hamsik raccoglie il pallone e lo serve a Mertens. Il folletto belga prova il pallonetto in stile Lazio. Stavolta palla alta.

Al 67′ calcio di rigore per il Feyenoord,che appare un po’ generoso per un intervento di Ghoulam su Berghuis. Dal dischetto ci va Toornstra, che calcia alla sinistra di Reina. Lo spagnolo indovina l’angolo e neutralizza il penalty ospite.

Una situazione che scuote il Napoli, mentre il Feyenoord continua a sbagliare in fase di disimpegno. Mertens ormai è salito in cattedra, ruba palla e serve Callejon. Lo spagnolo infila Jones con un bel diagonale basso sul secondo palo. Siamo al 70′.

In cattedra ci è salito anche Reina che al 76′ respinge una conclusione sottoporta degli avanti in maglia biancorossa. Serata di grazia per lo spagnolo.

Partita decisamente soporifera da questo momento. Fino al 93′ quando Amrabat trova il gol della bandiera olandese.

Vittoria doveva essere e vittoria è stata per gli azzurri. Anche molto agevole per gli uomini di Sarri, che si portano così a tre punti al pari dello Shakhtar, sconfitto per due a zero dal City. Si attende ora la doppia sfida proprio coi Citizens.

Claudio Musella

© Copyright 2017 redazione, All rights Reserved. Written For: Il Corriere del Pallone

Info redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONDIVISIONI