Manzo: “Nocerina, ecco come si vince”

Scritto da il 14 luglio 2017
Print Friendly

Il difensore Luigi Manzo, angrese, classe 1985, ha sottoscritto in mattinata l’accordo con il club rossonero. In carriera vanta circa 400 presenze in gare di campionato, tra Serie D di vertice e una positiva apparizione nei professionisti con la Vibonese (scorsa stagione in Lega Pro, 38 presenze e 1 gol). Ha indossato le maglie di Angri, Sangiuseppese, di nuovo Angri, Campobasso, Matera (vittoria in D), Sant’Antonio Abate, Sapri, Valle Grecanica, Trani, Gelbison, Savoia (vittoria in D), Cavese, Pomigliano e Vibonese. 

Manzo, il segreto per vincere in D?

“Campionato difficilissimo, vince una sola. Ho avuto la fortuna di vincerlo due volte, con Matera e Savoia. Mentre altre volte sono andato vicino a vincerlo, arrivando ai playoff. Il segreto? Assoluta unità di intenti tra società, squadra, pubblico, ambiente, stampa. E’ facile in queste categorie che vengano fuori, alimentate, voci non veritiere. La forza degli ambienti compatti si vede proprio evitando qualsiasi tipo di disfunzione”

L’importanza della Nocerina per te? 

“Mi sento particolarmente coinvolto. Sono di Angri ma a Nocera ormai ci vivo, essendo sposato qui. Una responsabilità in più. La prendo volentieri. Blasone, storia e importanza del contesto viaggeranno assieme alla responsabilità. La Nocerina non si discute, si ama”. 

La prima conoscenza di Morgia è stata fatta in mattinata…

“Trasmette subito una gran voglia di scendere subito in campo. Lui è di altre categorie, anche se questa la conosce ormai bene per averla frequentata e vinta negli ultimi tempi. Sa quello che vuole, toccherà a noi seguirlo e accontentarlo”.

Carmela Senatore

© Copyright 2017 redazione, All rights Reserved. Written For: Il Corriere del Pallone

Info redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONDIVISIONI