Lega Pro 1ª Divisione, 4/a giornata: Salernitana – Paganese: 2-0 – di Raffaele Cioffi

Scritto da il 13 settembre 2010
Print Friendly

Dinanzi ad una cornice di pubblico degna della serie superiore (10mila presenze circa) Salernitana e Paganese hanno ridato vita ad un derby che mancava dalla stagione 82/83, quando i granata guidati dall’argentino Francisco Lojacono, si imposero al vecchio Vestuti con un netto 3 ad 1 sugli azzurrostellati sulla cui panca sedeva Tony Giammarinaro che non a fine stagione non riusci ad evitare la retrocessione nell’allora C/2.

La Paganese pur priva della guida tecnica di Palumbo appiedato per 4 giornate dal giudice sportivo non si lasciava intimorire dall’importante palcoscenico qual è l’Arechi e durante l’arco dei primi 45’ si lasciava preferire per uno sterile possesso palla che oltre a portare una notevole quantità di calci d’angolo non impensieriva più di tanto il pipelet granata Polito. Anzi sul finire della prima frazione era la Salernitana che sfiorava il vantaggio. Correva il minuto 41’ e Peccarisi in una sortita d’attacco, intercettava un preciso cross dalla destra di Ragusa mala palla usciva di poco alla destra di Gabrieli.La seconda frazione inizia con qualche schermaglia fra le due tifoserie, ma il buon senso di tutti ha fatto si che il tutto finisse in poco tempo e senza gravi conseguenze.

Il secondo tempo vedeva una Salernitana più pimpante, che prendeva le misure dei giovani avversari e teneva il pallino del gioco. Dominio che viene premiato al quarto d’ora quando Vincenzo Pepe pennellava in area paganese un invitante pallone sul quale di avventava il difensore Murolo che di testa batteva Gabrieli mandando in visibilio la tifoseria granata. Gli azzurro stellati non si scoraggiavano e tentavano la rincorsa al pareggio che però non arriva. Vuoi per la grande organizzazione della linea difensiva granata, ma quando la stessa è stata superata ci ha pensato Polito quando al 25’ del secondo tempo con una tempestiva uscita chiudeva la porta a Triarico. La Paganese continuava a spingere seppur in maniera sterile e nel momento di massimo sforso arriva la zampata dei granata che raddoppiavano con il giovane Falzerano che era subentrato qualche minuto prima al posto di Ragusa. Era il minuto 34′ ed ancora V.Pepe dalla bandierina del corner pennellava un pallone che fava rimetteva al centro dell’area e trovava un liberissimo Falzerano che controllava di petto e di destro batteva a pochi passi Gabrieli, marcando il secondo goal che puniva oltremodo gli uomini di Palumbo.

Il raddoppio tagliava letteralmente le gambe alla Paganese che alzava bandiera bianca e non creava più problemi, permettendo cosi alla Salernitana di controllare senza eccessivi problemi, conquistando una vittoria casalinga che mancava dal lontano mese di febbraio quando all’Arechi cadde il Piacenza.Tre punti importanti per la Salernitana che portano la Salernitana in 3 posizione a tre punti dalla capolista Spal a quota 10.

Ma gli uomini di mister Breda potrebbero a breve condividere con gli spallini la testa della classifica, dato che la società granata ha presentato ricorso contro il Lumezzane perchè nel vittorioso match in terra campana ha schierato l’attaccante Ferrari che doveva ancora scontare un turno di stop risalente al campionato scorso quando indossava la maglia del Montichiari.

© Copyright 2010 redazione, All rights Reserved. Written For: Il Corriere del Pallone

Info redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONDIVISIONI